12 Aprile 2021 Segnala una notizia
Monza "salotto buono": il Vicesindaco Villa risponde alle segnalazioni

Monza “salotto buono”: il Vicesindaco Villa risponde alle segnalazioni

26 Febbraio 2021

“I problemi del centro storico si trascinano da anni: tante cose sono state fatte, ma siamo ben consapevoli che bisogna fare di più”. Inizia con queste parole, Simone Villa, Vicesindaco del comune di Monza e assessore ai lavori pubblici, a rispondere ad una serie di segnalazioni pervenute alla nostra redazione sulla situazione del centro cittadino. Degrado, disservizi e criticità varie sono stati messi in luce da un residente, che ha fotografato tutti i problemi che ha riscontrato nel tragitto casa-lavoro, circa 250 metri tra via Vittorio Emanuele e via Anita Garibaldi.

“Conosciamo bene diverse delle situazioni emerse – prosegue Villa. – I problemi in quella parte della città si trascinano da decenni e ci vorrebbero moltissime risorse per risolverli tutti, risorse che ovviamente però devono essere destinate senza lasciare indietro altri quartieri di Monza. Affrontiamo le cose per punti: sullo stato delle strade abbiamo sbloccato come giunta 400 mila euro, destinati alla manutenzione straordinaria. Questi soldi ci hanno permesso di lavorare concretamente sul piazzale della stazione, su via Italia e su via Vittorio Emanuele. Si è intervenuto direttamente sui problemi. Su Vittorio Emanuele posso dire che non sono deluso dell’intervento: si tratta di un’operazione attesa da diversi anni, per cui finalmente abbiamo sbloccato i fondi. L’intervento ha garantito l’incolumità base ed evitato che le macchine si portassero dietro ciottoli e porfido. Sono altre le situazioni che monitoriamo e su cui mettiamo soluzioni tampone ma che meriterebbero molti più lavori: un fra tutti, piazza Cambiaghi“.

“Entro nel merito anche dell’illuminazione stradale – continua il Vicesindaco. – Stiamo per istituire il tavolo che designerà l’intervento avanzato per la sostituzione totale dell’illuminazione pubblica. Ci sarà un cambio, più tecnologico e moderno, dei pali e dei led, che darà anche una nuova coerenza estetica alla città. Entro l’anno ci aspettiamo di salutare il passato”.

“Concludo sul tema del degrado: sono diversi gli immobili pubblici e privati e l’arredo rubano che subiscono atti di vandalismo. Noi facciamo quella che ci sembra l’unica soluzione percorribile quando questo accade: andiamo a sostituire la panchina rotta, il cestino danneggiato ecc. Stessa cosa con le scritte sui muri: sono tante le iniziative che periodicamente hanno l’obiettivo di pulire e rendere più bella la città. E poi c’è quello che sembra essere l’ultimo sport alla moda: il lancio del monopattino nel Lambro. I mezzi sono geolocalizzati quindi si recuperano facilmente, ma l’amarezza resta. Il comportamento di poche persone fa danno a tutti: è importante prevenire dove possibile, se no l’unica opzione resta sistemare le cose che non vanno”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi