Attualità

Monza, via Fiume, al via i lavori di riqualificazione: cuore del progetto uno spazio giochi per i più piccoli

Il Vicesindaco Simone Villa: «Il disagio sociale si combatte nei quartieri, migliorando la vita dei cittadini»

giochini riqualificazione san rocco via fiume

Nuovi spazi e giochi più sicuri, moderni e accessibili. È questo l’obiettivo del progetto di riqualificazione dell’area verde in via Fiume, nel quartiere di San Rocco a Monza.

Il progetto

Gli operai sono già al lavoro da qualche settimana e hanno completato la nuova recinzione, gli accessi carrai e pedonali all’area e la posa di quattro tavoli da pic nic in cemento. Secondo il cronoprogramma del Comune, nella seconda metà di febbraio, dopo le settimane più fredde, il cantiere riprenderà con la posa del pavimento antitrauma delle aree giochi che necessita di temperature costanti tra i 5° e i 7° per diversi giorni.
Cuore del progetto, spiegato in modo dettagliato da una nota comunale, è la realizzazione di uno spazio giochi di circa 70 mq. che unirà i due giochi a molla ripristinati e una nuova struttura in acciaio comprendente tre altalene: una a tavola, una a gabbia e una a orsetto in polietilene accessibile per disabili. Una seconda area giochi di circa 240 mq. prevede un’altalena multipla in pali di acciaio verniciati e corda rinforzata con armatura in acciaio inox, un gioco a rotazione singolo in acciaio e polietilene, una struttura a castello, «la torre dell’orologio», in acciaio con arrampicata e scivolo e due giochi a molla. Sarà ripristinata anche l’altalena a bilico in legno esistente. L’area cani sarà dotata di una nuova fontanella in acciaio, mentre le due esistenti presso le aree gioco, denominate area grande Fiume Nord e area grande Fiume Sud, saranno sostituite. L’investimento complessivo previsto è di 67 mila euro.

Villa: “Diamo concretezza alle idee”

“Questo intervento – spiega il Vicesindaco Simone Villa – nasce dalla partecipazione diretta dei residenti che ci hanno dato una mano a trasformare in un progetto concreto i sogni di chi si sente parte di una comunità. Siamo convinti che il disagio sociale si combatta nei quartieri, migliorando la vita dei cittadini. Da qui proviamo a dare concretezza alle idee di chi vive le diverse realtà della nostra città”.