14 Aprile 2021 Segnala una notizia
Passo falso del Monza in casa, si fa rimontare dal Cosenza ed è 2-2!

Passo falso del Monza in casa, si fa rimontare dal Cosenza ed è 2-2!

16 Gennaio 2021

Rimettersi in moto dopo una pausa, in fondo nemmeno tanto lunga, non è mai facile. Vale anche per il Monza, impegnato in una partita casalinga contro il Cosenza, un match sulla carta da 3 punti sicuri, non ci è riuscito. I biancorossi, infatti, hanno giocato solo il primo tempo, ma sono stati decisamente meno brillanti delle ultime uscite prima dello stop per due settimane del campionato. E, così, le reti di Barillà all’8′ e di Gutkjaer al 26′ non sono state sufficienti per incassare il bottino pieno.

Al 40′ la rocambolesca autorete di Paletta, oggi al rientro dopo l’infortunio, ha riaperto i giochi per il Cosenza. I calabresi, a dir la verità, hanno mostrato buona volontà e discrete qualità sin dall’inizio. Soprattutto sulla fascia destra, dove Carretta ha più volte messo in difficoltà Bettella. La squadra di Occhiuzzi, così, di fronte ad un Monza incapace di cambiare il ritmo nella ripresa, azzecca anche il cambio decisivo. Tremolada, entrato al posto di Gliozzi, ex del match, trova il pareggio al 66′ su uno svarione difensivo di Bettella, oggi non all’altezza di Bellusci, assente per squalifica.

Il forcing del Monza, che mette in campo anche D’Errico, Maric e Colpani nel secondo tempo, non produce gli effetti sperati. La rete annullata per fuorigioco a Boateng, oggi meno illuminante di altre occasioni, è solo una prova del rimpianto per un pareggio che doveva e poteva essere una vittoria. Quando nell’ultima azione Di Gregorio chiude su Sciaudone ed evita la beffa della sconfitta, si capisce che bisogna anche sapersi accontentare. Certamente il secondo posto, attualmente del Cittadella, si allontana. E con esso la promozione diretta in serie A.

IL PUNTO

La pausa dai campi di gioco, l’ultima partita era stata Lecce-Monza lo scorso 4 gennaio, non ha quindi giovato per il momento ai biancorossi. Che, comunque, hanno sfruttato la pausa del campionato per intervenire ancora sul mercato. Sono arrivati Scozzarella dal Parma e Ricci dal Sassuolo. Machin è tornato al Pescara. Inoltre D’Errico ed Armellino hanno rinnovato il loro contratto con il Monza fino al 30 giugno 2022. Insomma l’amministratore delegato della società, Adriano Galliani, oggi in tribuna insieme a Boban, altra ex gloria del Milan dei tempi gloriosi, si è dato da fare. E non è detto che sia finita qui prima della fine di gennaio.

Per vedere se gli ultimi due innesti, che si aggiungono a quello di Balotelli, potranno dare qualcosa in più ad una rosa già numerosa e di qualità, lo vedremo nelle prossime settimane. Anche perché Scozzarella e Ricci si stanno riprendendo dai rispettivi infortuni. Ed è improbabile vederli in campo il prossimo 25 gennaio alle 21 quando a Brescia il Monza giocherà il posticipo della 19esima giornata di serie B, l’ultima del girone d’andata. Qualche speranza in più di essere sul terreno di gioco dello stadio Rigamonti, nella terra dove è cresciuto e nella città dove ha vestito l’ultima maglia ufficiale prima di indossare i colori biancorossi, potrebbe avercela Super Mario.

Di sicuro il Monza dovrà in ogni caso cercare di chiudere in bellezza questa prima metà del torneo cadetto. Sei vittorie, tre pareggi e due sconfitte nelle ultime undici partite sono un buon bottino per la marcia verso la serie A. Gli ultimi due pareggi consecutivi, però, quello a Lecce ed ora in casa contro il Cosenza, che aveva segnato solo 11 reti nelle precedenti 17 giornate di campionato prima delle due all’U-Power Stadium, lasciano più di una perplessità. Anche sulla tenuta difensiva della squadra che, proprio contro i calabresi, ha interrotto la serie di quattro match consecutivi senza subire reti. Empoli e Cittadella rischiano di fuggire in testa alla classifica. Salernitana e Lecce sono lì in agguato. Senza considerare che Spal e Chievo, con un passato recentissimo in serie A, hanno tutta l’intenzione di dire la loro.

 

Le foto sono di Alessio Morgese – Agenzia Emage

Marcatori: 8′ Barillà (M), 26′ Gytkjaer (M), 40′ autorete Paletta (C), 66′ Tremolada (C)

MONZA (4-3-3): Di Gregorio; Donati (83′ Sampirisi), Paletta, Bettella, Carlos Augusto; Barberis, Frattesi (58′ Armellino), Barillà (72′ D’Errico); Boateng (72′ Colpani), Gytkjaer (84′ Maric), Mota Carvalho.

A disposizione: Lamanna, Sommariva, Fossati, Scaglia, Lepore, Marin, Pirola. All: Brocchi

COSENZA (3-4-3): Falcone; Ingrosso, Idda, Legittimo; Corsi (84′ Vera Ramirez), Sciaudone, Petrucci, Bittante; Carretta (90′ Kone), Gliozzi (46′ Tremolada), Baez (84′ Sueva).
A disposizione: Matosevic, Saracco, Bahlouli, Sacko, Bouah, Schiavi, Ba, Borrelli. All: Occhiuzzi

Arbitro: Gianluca Aureliano (Bologna)

Ammoniti: Sciaudone (C), Petrucci (C), Donati (M)

Espulso: Kone (C)

Note: tempo sereno, terreno in perfette condizioni.

Recupero: 0′ pt, 4′ st

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi