17 Aprile 2021 Segnala una notizia
Appendino condannata, Allevi: "I sindaci non possono essere gli unici capri espiatori"

Appendino condannata, Allevi: “I sindaci non possono essere gli unici capri espiatori”

28 Gennaio 2021
I sindaci non possono essere gli unici capri espiatori” queste le parole del primo cittadino monzese, Dario Allevi, in merito al “caso” Chiara Appendino.
La collega, amministratrice di Torino, è stata condannata ieri, con rito abbreviato, per i fatti di piazza San Carlo a un anno e sei mesi, con sospensione condizionale della pena. Condannati a 18 mesi anche tutti gli altri imputati. Le accuse erano di lesioni, disastro e omicidio colposi. Nella centralissima piazza il 3 giugno 2017 tre persone rimasero uccise e 1.500 ferite nella calca che si scatenò durante la proiezione della finale di Champions.
Resto convinto che essere Sindaco della propria città sia l’esperienza più bella del mondo: un onore, un privilegio e insieme una grande responsabilità. Ma la condanna inflitta ieri alla collega di Torino è davvero una brutta pagina per chi si occupa di amministrare il bene comune: non possiamo essere sempre gli unici in prima linea, gli unici a pagare, gli unici capri espiatori su cui scaricare tutte le colpe, comprese quelle gravissime legate in questo caso ai tragici fatti di Piazza San Carlo” ha commentato Dario Allevi.
Il borgomastro monzese ha espresso la sua massima solidarietà “in attesa che si faccia chiarezza al più presto su ruoli e competenze istituzionali”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi