13 Aprile 2021 Segnala una notizia
Scoperti lavoratori irregolari in nero in un capannone fatiscente: titolare denunciato

Scoperti lavoratori irregolari in nero in un capannone fatiscente: titolare denunciato

30 Gennaio 2021

A Verano Brianza (MB), in seguito a una segnalazione di movimenti furtivi all’interno di un’area industriale, i Carabinieri della stazione di Giussano hanno fatto irruzione in un capannone adibito alla lavorazione e allo stoccaggio di bancali in legno. All’interno hanno colto cinque immigrati clandestini (quattro malesi e un togolese) di età compresa i 20 e i 44 anni, mentre erano intenti a fornire manodopera nell’azienda di proprietà di un cittadino rumeno 49enne – ivi presente – residente nel lodigiano. E’ successo nel pomeriggio del 27 gennaio 2021.

Nel capannone, i militari hanno trovato anche un’area estremamente fatiscente, dedicata al ricovero dei lavoratori, ben al di là di qualsiasi requisito minimo igienico-sanitario, di sicurezza e vivibilità.

In relazione agli accertamenti effettuati il titolare è stato denunciato per violazione in materia giuslavorista (art. 22 del d.lgs. 286/1998) e sfruttamento del lavoro (art. 603 bis c.p.). La sede operativa della società è stata posta sotto sequestro. Nei prossimi giorni verranno coordinate ulteriori verifiche anche di concerto con l’autorità sanitaria e il coinvolgimento degli specialisti dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Milano.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi