20 Aprile 2021 Segnala una notizia
Il Monza sbanca Brescia nel derby lombardo, la rete di Frattesi regala il secondo posto

Il Monza sbanca Brescia nel derby lombardo, la rete di Frattesi regala il secondo posto

25 Gennaio 2021

Chi ben comincia è a metà dell’opera. E, potremmo aggiungere, chi arriva al secondo posto a metà del campionato mette un piede in mezzo alla porta che introduce alla serie A. Solo i prossimi mesi diranno se questa apertura diventerà un’ipoteca, ma sicuramente la vittoria del Monza a Brescia è un tassello importante della strada verso la promozione diretta nella massima serie. Un successo sofferto, deciso da una rete di Frattesi al 55′, in una partita piuttosto spigolosa con ben 7 ammoniti e tanti contrasti duri, ma di fondamentale importanza per i biancorossi.

LA CRONACA

La squadra di Brocchi, schierata con l’ormai consueto 4-3-3, ha chiuso così in bellezza il girone d’andata. Il Monza ha vinto con una prestazione di sostanza, priva di spunti di particolare spettacolarità. I biancorossi, sotto gli occhi del sempre presente amministratore delegato, Adriano Galliani, seduto in tribuna al fianco del presidente delle Rondinelle, Cellino, sono partiti con il freno a mano tirato. Il primo tempo è stato piuttosto monotono ed incolore. I guizzi di Frattesi e Mota Carvalho sono stati tra gli elementi più positivi. Il Brescia, dal canto suo, è riuscito proprio nel finale della prima frazione di gioco a far correre un brivido a Di Gregorio con un esterno destro da fuori area di Bisoli.

La ripresa, in cui i due allenatori, Brocchi e Dionigi aspettano a lungo prima di effettuare i primi cambi, si gioca ancora soprattutto sui contrasti a centrocampo. Ci vuole un episodio per sbloccare la situazione. E capita sulla testa di Frattesi. Il centrocampista dell’Under 21, sul corner battuto da Barberis, spunta sul primo palo e beffa il portiere Joronen, che vede passare la palla sotto le sue gambe. Per lui è la quarta rete in campionato, al pari di Boateng e Mota Carvalho.

Il Brescia, come in tutti i derby che si rispettino, non ci sta. Al 59′, quattro minuti dopo il vantaggio del Monza, ha la più grande chance per pareggiare: Van de Looi conclude dalla distanza, Di Gregorio para con l’aiuto del palo, poi è reattivo a respingere sul tentativo di Karacic.

I biancorossi, a differenza dell’ultimo match casalingo contro il Cosenza, questa volta non si scompongono. Anzi, con il danese Gytkjaer hanno due buone occasioni per il raddoppio. La girandola dei cambi regala un Brescia molto offensivo nel finale con gli ingressi di Ragusa e Fridjonsson ed un Monza che punta a non disunirsi. Armellino, rincalzo di qualità, prende il posto di Frattesi. Qualche minuto anche per Maric e Fossati. L’assalto dei padroni di casa, alla quarta sconfitta nelle ultime cinque partite, non produce più di qualche mischia nell’area del Monza. Anche perché Donnarumma, questa sera apparso molto nervoso, non dimostra le qualità di goleador messe in mostra nel recente passato.

Brocchi, che ha allenato il Brescia nel 2016/17 in una stagione di serie B per lui bruscamente interrotta dopo un buon girone d’andata, può festeggiare con i suoi ragazzi. Saranno contenti anche gli acquisti del mercato di riparazione, Balotelli, il grande ex mancato del match contro le Rondinelle, Scozzarella e Ricci, tutti sulla via del recupero dai rispettivi infortuni. Il Monza, con 34 punti in classifica, frutto di 9 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte e la miglior difesa, solo 14 reti subite, raggiunge la Salernitana al secondo posto in classifica.

Davanti ai biancorossi, a quattro punti di lunghezza, c’è l’Empoli. Dietro solo di un punto, invece, ci sono Cittadella, che ha una partita da recuperare e Spal. Saranno proprio gli emiliani, domenica 31 gennaio alle 16, i prossimi avversari del Monza. Che, all’andata, all’U-Power Stadium, al suo ritorno in serie B dopo 19 anni, non è andato oltre lo 0-0. Gytkjaer sbagliò anche un rigore. Questa volta potrebbe andare diversamente. E, magari, D’Errico e compagni faranno un bel regalo di compleanno a Brocchi, che compirà 45 anni proprio il 30 gennaio.

Le foto sono di Buzzi

Marcatori: 55′ Frattesi (M)

BRESCIA (3-4-1-2): Joronen; Papetti (88′ Fridjonsson), Chancellor, Mangraviti; Karacic, Bisoli, Van de Looi (75′ Dessena), Martella; Spalek (81′ Ragusa); Donnarumma, Aye (81′ Jagiello).

A disp: Andrenacci, Zmrhal, Ghezzi, Labojko, Verzeni. All: Dionigi

MONZA (4-3-3): Di Gregorio; Donati, Bellusci, Bettella, Carlos Augusto; Frattesi (79′ Armellino), Barberis (91′ Fossati), Barillà; Gytkjaer (85′ Maric), Boateng, Mota Carvalho.

A disp: Lamanna, Sommariva, Anastasio, D’Errico, Scaglia, Colpani, Sampirisi, Lepore. All: Brocchi

Arbitro: Luca Massimi (Termoli)

Ammoniti: Van de Looi (B), Bellusci (M), Mangraviti (B), Chancellor (B), Barillà (M), Spalek (B), Fridjonsson (B)

Note: Serata serena, terreno di gioco in perfette condizioni.

Recupero: 1′ pt,  5′ st

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi