Salute

Vimercate, il picco è passato: l’ospedale è pronto a chiudere il primo di 4 reparti Covid

L'aggiornamento del sindaco conferma il calo dei contagi in città: nell'ultima settimana 44 nuovi infetti e 92 guariti

ospedale-vimercate-2

Iniziano a fare effetto anche a Vimercate le misure di contenimento dei contagi e per la seconda settimana si conferma la tendenza in calo delle nuove infezioni in città e, soprattutto, si avverte una riduzione della pressione sull’attività dell’ospedale. Gli accessi al pronto soccorso di via santi Cosma e Damiano sono in diminuzione ed è previsto che, se la situazione si manterrà in miglioramento, già questa settimana potrà essere chiuso uno dei quattro reparti che l’ospedale di Vimercate ha convertito per i ricoveri Covid dall’avvio della seconda ondata.

E’ l’ormai consueto aggiornamento settimanale del sindaco Francesco Sartini, attraverso il videomessaggio pubblicato ogni venerdì sera sul sito del Comune, a confermare che il picco della seconda ripresa dell’epidemia in autunno sembra superato a Vimercate e il “miglioramento della situazione è senza dubbio dovuto alle restrizioni che stiamo osservando – dice il sindaco – Con i dati disponibili giovedì 3 dicembre risulta che i cittadini che hanno contratto il virus nei 7 giorni precedenti sono 44, mentre sono 92 quelli che sono guariti. Purtroppo dobbiamo registrare anche il decesso di due nostri concittadini”. All’inizio di novembre, nei momenti peggiori della seconda ondata, la crescita degli infetti in città ha superato i 150 alla settimana, mentre ora in totale risultano 335 vimercatesi positivi e in calo “così come diminuiscono anche i cittadini sottoposti a quarantena domiciliare, che scendono a 135”.

Ma la situazione più delicata riguarda l’attività dell’ospedale dove, a metà novembre, si è arrivati a superare i 200 ricoverati Covid, di cui 8 in terapia intensiva e 65 con assistenza respiratoria. Quattro reparti sono quindi stati convertiti alle cure dei malati Covid “e un paio di settimane fa – spiega Sartini – abbiamo rischiato di dover dedicare anche il quinto reparto a questa funzione.E’ solo grazie  allo sforzo e all’organizzazione del personale che è stato possibile sostenere questa situazione e mantenere un livello di servizio adeguato anche per tutte le funzioni che non sono legate al Covid. Nelle ultime 2 settimane, dopo aver raggiunto il picco, si è iniziato a misurare una riduzione, inizialmente appena accennata, e che negli ultimi giorni si è consolidata”.

La direzione dell’Asst di Vimercte ha confermato al sindaco che “se l’andamento verrà confermato, si potrà procedere restituendo un reparto alle sue funzioni ordinarie, riducendo quindi i reparti Covid da 4 a 3. Anche l’accesso al pronto soccorso è diminuito negli stessi tempi, alleggerendo il lavoro dei sanitari e dei volontari in servizio per il triage”.