Quantcast
Seveso, cambio in giunta: via Ingrid Pontiggia, arriva Marina Romanò - MBNews
Politica

Seveso, cambio in giunta: via Ingrid Pontiggia, arriva Marina Romanò

La decisione, presa a ridosso del Natale, è stata motivata da valutazioni di opportunità politico-amministrativa, oltre che dalla perdita del rapporto fiduciario tra il sindaco e l'ormai ex assessore.

Marina-Romanò-lega-nord-mb

Terzo cambio del 2020 per l’amministrazione Allievi. Dopo le dimissioni del presidente del consiglio Riccardo Sala (Lega), poi sostituito da Alessandra Bernini (Forza Italia), e la revoca dell’assessorato a Natale Alampi (Fratelli d’Italia) in favore della new entry Luca Varenna (Forza Italia), il sindaco di Seveso ha annunciato un’altra novità: Ingrid Pontiggia, che finora come assessore si era occupata, tra le altre cose, di Lavoro, Commercio e Politiche sociali, sarà sostituita da Marina Romanò, ex sindaco di Cesano Maderno (dal 2009 al 2011), dove attualmente è anche consigliere, sempre in quota Lega.

“La decisione è stata presa dopo valutazioni di opportunità politico-amministrativa e in vista del più efficace perseguimento e raggiungimento degli obiettivi del mandato amministrativo – si legge nel comunicato stampa ufficiale, circolato nella giornata del 23 dicembre -, essendo inoltre venuto meno il rapporto fiduciario del sindaco con lo stesso assessore, che ne aveva giustificato la nomina iniziale”. Allievi, che ha attribuito a Romanò le stesse deleghe assessorili di Pontiggia, fatta eccezione per quella al Legale, che ha invece deciso di rivestire lui stesso, si augura che la collaborazione con il nuovo assessore possa essere proficua: “Do il benvenuto a Marina Romanò, che conosco da 25 anni, augurandole un buon lavoro per completare assieme a tutta quanta la giunta il programma elettorale per cui i cittadini ci hanno votato nel 2018 – ha affermato -. Credo che tutta l’amministrazione comunale beneficerà della sua più che ventennale esperienza politica e amministrativa”. “Mi auguro di essere, insieme alla sua squadra di cui ora orgogliosamente faccio parte, la ‘spinta propulsiva’ per affrontare il prossimo futuro” ha commentato Romanò, ringraziandololo. Il primo cittadino ha inoltre conferito al consigliere comunale Maria Luigia Dal Ben l’incarico per lo svolgimento di attività di istruzione, studio e ricerca in materia di linee elettriche transitanti sul territorio comunale: collaborerà a stretto contatto col lui per la realizzazione dello spostamento dei tralicci dell’Altopiano, opera finanziata nella scorsa Finanziaria.

La reazione da parte dell’opposizione, almeno quella di centrosinistra, non si è fatta attendere. “Saprà la Romanò conquistare la città di Seveso? – si chiedono ironici i consiglieri Argiuolo, Butti e Cappelletti -. I cesanesi non rimpiangono affatto Romanò da sindaco, e ringraziano la Provvidenza che il suo mandato è durato solo due anni (all’epoca due terzi dei consiglieri si erano dimessi, sfiduciando la Romanò, che era poi stata sostituita da un commissario prefettizio, ndr) -. I sevesini non hanno motivo di rimpiangere l’assessore Pontiggia – aggiungono – che non lascia particolari tracce a Seveso della sua azione amministrativa. Infatti il sindaco motiva la sua decisione con l’esigenza di ottenere un “più efficace raggiungimento degli obiettivi del mandato amministrativo, essendo inoltre venuto meno il rapporto fiduciario del sindaco con lo stesso
assessore”. E per quale motivo è venuto meno quel rapporto fiduciario? Forse è da ricercarsi nella vicenda legata al contenzioso del Comune di Seveso e la società di fusti per salotti detenuta dal padre dell’ex assessore Pontiggia? Al sindaco chiediamo di essere più trasparente e di illustrare all’opinione pubblica sevesina le ragioni che palesano il suo venir meno della fiducia inizialmente riposta in Ingrid Pontiggia”.

L’opposizione accoglie invece con favore il nuovo incarico assegnato alla consigliera Dal Ben, cui offrono il proprio aiuto: “Ricordiamo che il Bilancio dello Stato destina risorse apposta per lo spostamento dei tralicci alta tensione in località Altopiano, una questione che ha visto l’impegno anche dell’amministrazione Butti.  Se la consigliera delegata vuole dotarsi di un gruppo interdisciplinare e pluripartitico trova da parte nostra ampio sostegno”.

In apertura: Romanò in una foto d’archivio