26 Luglio 2021 Segnala una notizia
Seregno, furto di 44 computer per 50mila euro, a scuola: arrestati padre e figlio

Seregno, furto di 44 computer per 50mila euro, a scuola: arrestati padre e figlio

8 Dicembre 2020

Ben 44 computer Apple erano stati rubati dall’istituto scolastico Candia, a Seregno, ora, a distanza di 6 mesi, sono stati individuati gli autori del furto: sono un 47enne e un 24enne italiani, padre e figlio, il primo domiciliato in Pieve Fissiraga (LO) e il secondo a Milano. Entrambi sono finiti in manette.

E’ accaduto nella serata del 2 dicembre 2020: i Carabinieri della Stazione di Seregno hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP di Monza, a carico del 47enne e del 24enne, entrambi pregiudicati per i reati contro il patrimonio, la persona, la pubblica amministrazione e spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, resisi responsabili di furto aggravato in concorso di 44 computer marca Apple, in danno dell’istituto scolastico Candia di Seregno. Il furto, del valore di circa 50 mila euro, è avvenuto lo scorso il 6 giugno 2020. I materiali sottratti, sono stati recuperati parzialmente dai Carabinieri di Bollate su input dell’Arma di Seregno e sono attualmente sotto sequestro.

L’ordinanza del G.I.P. è stata emessa a seguito di un’articolata indagine dei Carabinieri, basata sull’acquisizione e la visione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza, sull’identificazione del veicolo utilizzato dalla coppia, sui riscontri della loro identità con i cartellini anagrafici e sull’analisi del traffico telefonico. Padre e figlio sono stati associati presso la Casa circondariale di Milano San Vittore e Monza.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi