21 Settembre 2021 Segnala una notizia
Anche a Monza le “Scatole di Natale” per fare del bene

Anche a Monza le “Scatole di Natale” per fare del bene

3 Dicembre 2020

E’ un mondo nato dal passaparola e dai social media quello di “Scatole di Natale“. Un’idea venuta ad una cittadina milanese, Marion Pizzato, che ha contagiato tantissime città italiane, Monza compresa. Il progetto è grande nella sua semplicità: prendere una scatola che si ha in casa e riempirla di doni che andranno poi alle persone più bisognose. Seguendo, però, delle regole ben precise: in ogni scatola bisogna infatti inserire un indumento caldo (guanti o sciarpe una coperta, un maglione ecc), qualcosa di goloso (cioccolato, caramelle, dolci); qualcosa per passare il tempo (una rivista o un libro) e infine un prodotto di bellezza (un profumo, una crema, una bagnoschiuma profumato).

Il progetto arriva a Monza

Un’idea gioiosa in un periodo di grande difficoltà che arriva a Monza grazie a Monica Benacchio, 34 anni, che ha scoperto dell’esistenza di  “Scatole di Natale” da un post su Facebook. “Ho visto l’iniziativa e mi è piaciuta subito – ci racconta Monica. – Quando ho contattato gli organizzatori mi hanno proposto di essere la referente per Monza e ho accettato. Mi hanno poi scritto dalla protezione civile dicendomi che avevamo visto il mio annuncio sui social in cui lanciavo il progetto e volevano capire come farne parte. Così è nato il tutto”.

“La nostre scatole andranno ad alcune associazioni monzesi: “Pane e Rose“, un progetto promosso dalla Casa del Volontariato di Monza per rispondere all’emergenza alimentare della popolazione più fragile e “Spazio 37“. Partecipare è semplice: basta comporre il pacco seguendo le regole e differenziarlo in base a uomo/donna/bambini (per questi ultimi si consiglia di indicare la fascia di età, ndr). Le scatole, nel pieno rispetto del distanziamento sociale, dovranno essere portate il 5 e il 12 dicembre dalle 9.00 alle 10.00 del mattino al parcheggio del Pittarello a San Fruttuoso e al parcheggio dello Stadio U-Power (Ex Brianteo) di viale Stucchi”.

“E’ importante dare una mano alla propria comunità, soprattutto in momenti difficili come questo che stiamo vivendo – conclude Monica. – Si sta creando una bella rete, in Brianza e non solo: vi invito a farne parte”.

Come ogni regalo che si rispetti, però, anche le “Scatole di Natale” vogliono il loro bigliettino: qualcosa di dolce, di natalizio o un buon pensiero per l’anno che verrà. A voi la scelta.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi