29 Luglio 2021 Segnala una notizia

Premio Enrico Davolio 2020: vince il progetto “Dal virtuale al reale”

16 Dicembre 2020

Si è conclusa la fase di valutazione dei sette progetti che hanno partecipato al “Premio Enrico Davolio 2020”, iniziativa giunta quest’anno alla sua quinta edizione e nata con l’intenzione di ricordare e proseguire l’operato di Enrico Davolio, sostenendo progetti inclusivi e di utilità sociale in tutte le aree di prevenzione del disagio e di innovazione sociale.

Il premio è stato promosso dal consorzio CS&L con la collaborazione dei consorzi CCB di Monza e Consolida di Lecco per ricordare la figura di Enrico e la sua passione innovativa applicata al mondo della cooperazione sociale, e sostenuto grazie alle donazioni raccolte attraverso il “Fondo Enrico Davolio” attivo presso la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza.

La commissione di valutazione, composta da Marina Pecorelli Davolio, Daniele Davolio, Alessandra Giovannetti, Fabio Quassoli, Giancarlo Brunato, Luigi Losa, Marta Petenzi, Mario Riva e Lorenzo Guerra, ha individuato come vincitore il progetto “Dal virtuale al reale” dell’associazione Antonia Vita – Carrobiolo di Monza con la collaborazione della cooperativa sociale Eos. È stato stanziato un contributo di 25mila euro.

“Il progetto è stato scelto perché interviene in risposta a bisogni sociali rilevati come attuali, urgenti e complessi. La dispersione scolastica è un fenomeno che risulta determinante verso futuri rischi di emarginazione e verso situazioni conclamate di “ritiro sociale”, in costante aumento negli ultimi anni.  Parte rilevante del diffuso disagio a frequentare la scuola può essere causato da episodi di bullismo e di cyberbullismo, che è urgente limitare e prevenire. Il progetto premiato si propone di sensibilizzare e aumentare consapevolezza e capacità per contrastare il problema individuato, sia nei minori che negli adulti a vario titolo coinvolti”.

Il progetto “Dal Virtuale al Reale” ha due focus principali: il riconoscimento e la comprensione dei fenomeni di bullismo e di cyberbullismo e il contrasto alla dispersione scolastica attraverso la realtà virtuale.

I partecipanti entreranno in possesso di strumenti pratici e informativi per riconoscere il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo e legittimarsi ad attivarsi per contrastare tale fenomeno. Lo sportello psicologico attiverà la sollecitazione della responsabilità individuale. I ragazzi potranno quindi lavorare sulle proprie emozioni trasformandole in emozioni creative e non più distruttive. I partecipanti verranno coinvolti in laboratori di apprendimento guidato, attraverso la realtà virtuale, per contrastare quei fenomeni di basso interesse didattico e di difficile passaggio di informazioni tra docente e studente, spesso fonte di avversione nei confronti dello studio. La realtà virtuale diventerà, grazie alla formazione degli operatori, disponibile per attività laboratoriali aperte ai bambini del territorio.

“L’utilizzo della realtà virtuale non è di per sé una novità, ma è nuova la dimensione di utilizzo delle nuove tecnologie che i ragazzi hanno conosciuto durante i lunghi mesi del lockdown e di pratica della Dad, la Didattica a distanza. Con questo progetto vogliamo riportare la tecnologia in una dimensione di comunità, dove il valore aggiunto sarà la versatilità dello strumento, che diventa rielaborazione dei vissuti, occasione di crescita personale, strumento didattico e strumento ricreativo, per bambini ragazze e ragazzi di tutto il territorio”, hanno spiegato da Antonia Vita -Carrobiolo.

Come nasce il Premio

Il Consorzio CS&L ha costituito presso la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus il Fondo Enrico Davolio, dedicato al proprio presidente venuto a mancare nell’ottobre 2014. A CS&L si sono affiancati i consorzi Consolida e Comunità Brianza. Alle cooperative socie è sembrato naturale e nello stesso tempo importante ricordare la figura di Enrico per l’intelligenza e la passione innovativa che ha saputo portare all’interno del mondo della cooperazione sociale, soprattutto se riferita alle persone più in difficoltà.  Nato dalla volontà di esprimere questo ricordo e continuare il lavoro di Enrico, il fondo vuole intervenire rispetto alle situazioni di maggior svantaggio sociale e sostenere progetti inclusivi in tutte le aree di prevenzione del disagio e di innovazione sociale attraverso il “Premio Enrico Davolio”.

Come sostenere il Fondo

Per sostenere il Fondo “Premio Enrico Davolio” è possibile effettuare un bonifico o un versamento con bollettino postale sui seguenti conti intestati alla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus, con causale: “Fondo Enrico Davolio”:

– Banca Popolare di Milano – Iban: IT03 Q05034 20408 000000029299

C/C postale 1025487529

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi