03 Marzo 2021 Segnala una notizia
Livigno? No, è il Parco di Monza e c'è anche la pista improvvisata di snowboard

Livigno? No, è il Parco di Monza e c’è anche la pista improvvisata di snowboard

29 Dicembre 2020

La copiosa nevicata che ha rivestito di un silenzioso manto bianco tutta la Brianza, oltre a generare numerosi disagi ad automobilisti e lavoratori intenti a raggiungere il proprio posto di lavoro, è stata anche l’occasione per molti ragazzi di divertirsi. Il Parco di Monza, oggi pomeriggio, si è trasformato in un enorme parco giochi a cielo aperto: c’era chi costruiva pupazzi di neve e chi improvvisava guerriglie.

Qualcuno di ancor più ingegnoso ha pensato bene di dar vita a una pista da snowboard clandestina in zona bar La Torretta. Il gruppetto di ragazzi, perfettamente attrezzato come se fossero in montagna, si è esibito in discese acrobatiche tra urla e risate.

Oggi tutta Italia è tornata in zona arancione, gli spostamenti dunque, sono leciti all’interno del proprio Comune, senza bisogno di esibire alcuna autocertificazione. Ciò non toglie che il rischio assembramenti, in questa situazione, fosse alto.

A parte questo episodio, nei giardini della Villa, erano invece tante le persone intente a costruire pupazzi di neve, tutte piuttosto distanziate e con mascherina. Numerosi i Park Angel presenti e operativi.

Una cosa è certa: una nevicata così abbondante non si vedeva da tanto tempo in Brianza e il desiderio di avventurarsi su quella distesa bianca, unito alla volontà di uscire di casa, post zona rossa, l’ha fatta da padrone. Purtroppo non sempre nel rispetto delle distanze di “sicurezza”.

Foto: Beatrice Elerdini

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi