Sociale

Lions Club Monzesi uniti donano un ecografo portatile al San Gerardo

Il macchinario è stato consegnato, in questi giorni, al reparto di terapia intensiva diretto dal prof. Giuseppe Foti.

solidarietà pixabay

Il 22 settembre scorso, il Lions Club Satellite Monza Ponte dei Leoni e il Lions Club Monza Host hanno organizzato la serata “Monza e il COVID: poca apparenza e tanta sostanza” con un relatore d’eccellenza: il prof. Giuseppe Foti, Direttore UOC Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale San Gerardo di Monza.

Una serata riuscitissima che ha visto la partecipazione degli altri Lions Club di Monza: Lions Monza Duomo, Lions Monza Parco, Lions Monza Corona Ferrea e Lions Monza Regina Teodelinda.

Al termine della serata, i Presidenti dei 6 club Monzesi hanno preso l’impegno con il Prof. Foti di sostenere ulteriormente l’Ospedale successivamente a quanto già donato nella passata primavera.

Poche settimane dopo, il presidente del Lions Club Monza Host viene ricoverato per COVID al nosocomio monzese in gravi condizioni uscendone illeso fortunatamente dopo qualche settimana. Nel frattempo la situazione dell’ospedale diventa nuovamente critica. I giornali e i telegiornali nazionali definiscono Monza, la “nuova Codogno”.

A fronte di queste notizie tragiche, nasce con un semplice scambio di mail tra i presidenti dei sei club monzesi la volontà di aiutare concretamente l’ospedale monzese. Raccolta l’esigenza della terapia intensiva di avere un ecografo portatile di ultima generazione (grande poco più di uno smartphone e dotato di uno software in grado di comunicare con tablet e smartphone tramite una semplice app), i sei club lions monzesi si sono subito attivati per reperire la somma necessaria per acquistarlo.

In questi giorni il macchinario è stato consegnato al reparto di terapia intensiva e contribuirà a diagnosi rapide e informate grazie a un’ampia gamma di tipologie di scansione, aiutando ad esempio a identificare uno pneumotorace.

Grande soddisfazione di tutti i soci dei lions club monzesi nel ricevere il messaggio del primario della terapia intensiva del San Gerardo in cui ringrazia per la donazione.

Ancora una volta l’unione ha fatto la forza. La distanza fisica non ha ostacolato la volontà di fare del bene.

Foto repertorio MBNews