Quantcast
Difficoltà improvvise? Parità virtuosa, tra i premiati anche la monzese Npi Italia - MBNews
Economia

Difficoltà improvvise? Parità virtuosa, tra i premiati anche la monzese Npi Italia

Alla società della famiglia Parigi, che produce tubi flessibili, il riconoscimento istituito dal Consiglio per la Pari Opportunità di Regione Lombardia. Tra le best practice l'attenzione alle donne lavoratrici madri.

donna lavoro free web

La capacità di rispondere alle difficoltà improvvise è una delle caratteristiche principali della resilienza, un concetto che in tempi di Covid-19 viene più volte citato. A volte anche in modo non appropriato. In ambito economico e produttivo, soprattutto in questo periodo, avere resilienza significa anche cogliere la sfida di conciliare vita e lavoro.

Un tema di stringente attualità in particolare per le donne. Che sono spesso chiamate ad essere storicamente mamme e angelo del focolare domestico, ma al tempo stesso sono ormai radicate anche nel ruolo di lavoratrici, sempre più frequentemente, per fortuna, anche con compiti dirigenziali e imprenditoriali.

Proprio l’importanza sociale ed economica della questione, accentuata dal modo in cui il Covid-19 sta rivoluzionando la nostra esistenza quotidiana, aggiunge un valore speciale a “Parità Virtuosa – Iniziative creative e sostenibili di conciliazione vita-lavoro in Lombardia ai tempi del Covid-19 ”. Il progetto, organizzato dal Consiglio per le Pari Opportunità della Lombardia, premia le best practice di welfare aziendale nel territorio regionale.

Quest’anno la seconda edizione dell’iniziativa ha attribuito il riconoscimento, su 40 candidature pervenute, ad 8 realtà lombarde, tra aziende private e associazioni, che si sono distinte, nel corso dell’emergenza Covid, per aver applicato sistemi e tutele innovative in tema di welfare, in particolare nei confronti delle donne lavoratrici madri. Insieme a 3P Solution srl e Ma Provider, Ipsen Spa, Sas Istitute srl, Dell Technologies, Hewlett Packard, Lo Scrigno Onlus, Manageritalia, il premio “Parità Virtuosa – Iniziative creative e sostenibili di conciliazione vita-lavoro in Lombardia ai tempi del Covid-19 ” è andato anche all’azienda monzese Npi Italia srl.

WELFARE IN SALSA BRIANZOLA

Per la Npi Italia, che produce tubi flessibili per impianti domestici ed industriali nel settore idrico, gas e gasolio, non è una novità, nel rapporto con i propri dipendenti, l’attenzione alla genitorialità e alla maternità in particolare.

“Il riconoscimento regionale per la Parità virtuosa premia l’impegno che portiamo avanti da anni su questo fronte” afferma Laura Parigi (nella foto in alto), titolare dell’azienda di via Velleia a Monza, che ha alle spalle una tradizione familiare lunga ormai 70 anni e dal 2014 è entrata a far parte di Neoperl, un gruppo internazionale che offre soluzioni innovative per i prodotti a contatto con l’acqua potabile nel settore sanitario, per il risparmio d’acqua e la salvaguardia dell’ambiente.

“Nel 2020, accanto a pacchetti per visite mediche, la flessibilità oraria e lo smart working fino al 100% per il personale in ufficio o di supporto alla produzione impegnato nelle attività legate alla qualità, il magazzino e all’accettazione, abbiamo dedicato ai nostri dipendenti genitori assistenza e consulenza sugli incentivi previste dalla legge a loro favore, quali il bonus baby sitter e il congedo retribuito” spiega la titolare di Npi Italia, associata a Confimi Industria Monza Brianza, che ha circa 140 dipendenti, di cui 80 nel quartier generale di Monza e 60 nella sede di Soncino, in provincia di Cremona.

“Inoltre abbiamo messo la nostra sala riunione a disposizione dei figli dei nostri dipendenti che avevano necessità di svolgere a distanza l’esame di terza media o la discussione della tesi di laurea e non disponevano di una connessione o di un luogo adeguato – continua – sono tutte misure che possono apparire piccole cose rispetto a quello che fanno alcune grandi multinazionali, ma per noi significa cercare di valorizzare le persone che lavorano per noi. Siamo assolutamente fieri del premio Parità virtuosa, anche perché in un anno così difficile le belle notizie valgono doppie”.

Il welfare aziendale può avere forme diverse. E alla Npi Italia l’occhio alle lavoratrici in dolce attesa assume un valore speciale. “Consideriamo un nostro fiore all’occhiello il fatto che il 100% delle nostre dipendenti è tornata al lavoro dopo la maternità, una cosa per nulla scontata nel mondo del lavoro italiano – sostiene la Parigi – abbiamo gestito una gravidanza anche in periodo Covid. Una nostra dipendente della produzione, che ha partorito ad ottobre, è stata in azienda fino a giugno”.

IL CONSIGLIO PER LE PARI OPPORTUNITA’

“Parità Virtuosa – Iniziative creative e sostenibili di conciliazione vita-lavoro in Lombardia ai tempi del Covid-19 ” che, oltre agli otto premi, ha attribuito anche una menzione speciale ad Assolombarda, Way2Global, Marsh, Danone, Aeris cooperativa sociale, ha dovuto rinunciare per la sua seconda edizione ad una cerimonia ufficiale. Le restrizioni per evitare la diffusione del contagio da Covid-19, del resto, impediscono che iniziative di questo tipo possano svolgersi dal vivo.

La pandemia, però, nulla può togliere alla soddisfazione di chi ha organizzato l’iniziativa. “Lavoro agile, sistemi di sostegno ai dipendenti, congedo parentale, sono diventate tematiche di stringente attualità in tempi di Covid – afferma la Presidente del Consiglio lombardo per le Pari Opportunità, Letizia Caccavale (nella foto in alto)- la pandemia ha certamente rappresentato una sfida in più per imprese e lavoratori, in particolare per le donne lavoratrici madri, che più di tutti stanno pagando il prezzo della ricaduta sociale dell’emergenza sanitaria”.

“Eppure, in questo contesto di difficoltà e incertezza, sono numerose in Lombardia le aziende e i privati che stanno dimostrando di essere un passo avanti rispetto alle istituzioni in termini di innovazione, flessibilità e valorizzazione delle pari opportunità – continua – con questo riconoscimento vogliamo dare visibilità al loro impegno, sia perché generi dibattito e nuove idee, sia perché sappiamo che la forza delle aziende sono le persone e che quello della conciliazione vita-lavoro è un cammino che si fa insieme: uomini e donne, imprese e istituzioni”.

IL COLLEGIO GUASTALLA

C’è un’altra realtà monzese, oltre alla Npi Italia, che è coinvolta nel premio Parità virtuosa. Si tratta del Collegio della Guastalla, istituto paritario con più di 450 anni di storia. Che per l’occasione, grazie all’impegno della Direttrice della Scuola dell’Infanzia, Daniela Valle, ha realizzato un video in cui i bambini raccontano, con la loro spontanea simpatia, come vedono il lavoro delle loro mamme e dei loro papà. Soprattutto in questi mesi in cui il Covid ha modificato, in maniera importante, alcune abitudini familiari.

La clip è stata scelta dal Consiglio per le Pari Opportunità della Regione Lombardia come supporto al proprio progetto che premia le best practice di welfare aziendale. Un modo per creare un legame intergenerazionale che è alla base del progresso sociale e civile, prima ancora di quello economico.