Politica

Monza, l’amarezza del sindaco Allevi: “Avvisati in ritardo, potevamo organizzare meglio”

Oggi sarà una dura giornata per il sindaco monzese che, come gli altri suo colleghi, sarà impegnato nel fornire chiarimenti e predisporre le nuove indicazioni per vivere questo secondo lockdown a causa del Covid. 

dario allevi sindaco monza covid mb 01

E così è ufficiale. Monza e Brianza, come il resto della Lombardia, è una delle quattro zone rosse del Paese a partire da domani, venerdì 6 novembre.
Un avviso giunto in tarda serata che ha generato amarezza in molti amministratori cittadini. Tra questi anche il sindaco di Monza, Dario Allevi: “Peccato che anche noi sindaci lo abbiamo appreso pochi minuti prima della conferenza stampa di ieri sera: avremmo potuto utilizzare meglio la giornata di ieri e di oggi per organizzarci. – spiega Allevi – Invece ormai molti locali hanno già chiuso e comunicato ai collaboratori di rimanere a casa, come hanno fatto i negozi con i propri commessi e fornitori. Lo stesso vale per numerosi professori e per le famiglie dei ragazzi di prima e seconda media e tanti altri ancora. Si poteva fare meglio, sicuramente“.
Oggi sarà una dura giornata per il sindaco monzese che, come gli altri suo colleghi, sarà impegnato nel fornire chiarimenti e predisporre le nuove indicazioni per vivere questo secondo lockdown a causa del Covid.
Il borgomastro ha poi comunicato che i nuovi contagi registrati in città sono +110 rispetto a mercoledì. Sono 408 le persone ricoverate in ospedale per Covid19 di cui 31 in terapia intensiva.