Quantcast
Desio, cresce la palestra del Liceo Majorana. Santambrogio: "Un cantiere che ci dà speranza" - MBNews
Attualità

Desio, cresce la palestra del Liceo Majorana. Santambrogio: “Un cantiere che ci dà speranza”

Proseguono i lavori presso il liceo Majorana di Desio: posata la copertura della tensostruttura ad uso palestra. Siamo andati a vederla con il Presidente della Provincia, Luca Santambrogio e i tecnici dell'ente.

palestra desio mb

“Un piccolo miracolo prende forma: in tempi record verrà realizzata una struttura che si aspettava da decenni”. C’è entusiasmo nel cantiere della nuova palestra del liceo Majorana di Desio, dove a ritmo serrato continuano i lavori per la realizzazione di un’opera destinata ad oltre 1000 ragazzi. Una tensostruttura ad uso palestra che chiuderà una volta per tutte il problema del dell’affitto di impianti sportivi extrascolastici per sopperire alla mancanza di strutture interne.

Un cantiere voluto con determinazione dalla Provincia di Monza e Brianza, che in pochi mesi ha eseguito i necessari sopralluoghi e concesso l’avvio dei lavori. E ora incrocia le dita: perché i ragazzi tornino a scuola il prima possibile e possano finalmente vivere il nuovo spazio.

Al sopralluogo di ieri, giovedì 12 novembre, insieme al Presidente della Provincia e ai tecnici dell’ente, c’eravamo anche noi di MBNews. Ecco a che punto sono i lavori.

LA STRUTTURA

La palestra del liceo Majorana prende forma. Nei giorni scorsi è stata posata la copertura in legno lamellare composta da 9 arcate poligonali su una sagoma dalle dimensioni 23 x 32m, per una altezza complessiva di 12 metri. All’interno potranno essere realizzati campi per la pallacanestro e la pallavolo regolamentari. La palestra sarà riscaldata ad aria e dotata di impianto di illuminazione a Led, luci di segnalazione uscite, luci di emergenza.

L’importo dei lavori previsti per sua la realizzazione è di circa 817.000 mila euro di cui 350.000,00 finanziati dal Miur e il resto dalla Provincia di Monza e Brianza.

Santambrogio:”Aspettiamo i ragazzi: spero che possano usufruirne il prima possibile”

“Sono orgoglio di questo cantiere perchè ci dimostra che anche in periodi di grande crisi il lavoro può andare avanti – ha dichiarato il Presidente, Luca Santambrogio. – C’è una rete che ha portato avanti un bel lavoro e il risultato si inizia già a vedere. La Provincia ha premuto il piede sull’acceleratore e ha fatto squadra con il Ministero e il comune per venire incontro alle esigenze dei cittadini. Il risparmio a lungo termine sarà notevole e i ragazzi avranno una struttura a due passi dalle aule. Insomma, è un cantiere che ci dà speranza, nonostante il difficile momento che stiamo vivendo”.

“Non è per niente scontato portare avanti un percorso del genere con queste tempistiche – ha aggiunto Erminia Zoppè, dirigente responsabile in materia di edilizia scolastica della Provincia MB. – Questo cantiere rappresenta davvero un piccolo miracolo, è la dimostrazione che la pubblica amministrazione, se messa nelle giuste condizioni, può fare molto bene”.

Al sopralluogo anche il consigliere provinciale Fabio Meroni, in prima linea sul tema delle manutenzioni scolastiche sul territorio brianzolo, e Pierluigi Scomparin, responsabile dell’area tecnica edilizia scolastica.

Sulle tempistiche il Presidente Santambrogio non si sbilancia. “Non mi piace dare delle date precise. Posso solo dire che i lavori stanno andando molto bene e il ritmo del cantiere è alto. Il 3 dicembre avremo delle risposte sull’uscita o meno dalla Zona Rossa. Lì vedremo se i ragazzi delle scuole superiori potranno tornare a scuola: ovviamente, la nostra speranza è che al loro ritorno ci sia la palestra pronta ad accoglierli”.