17 Aprile 2021 Segnala una notizia
Ridisegniamo la scuola, anche a Monza e in Brianza una matita speciale per i bimbi fragili

Ridisegniamo la scuola, anche a Monza e in Brianza una matita speciale per i bimbi fragili

23 Ottobre 2020

Sono una piccola matita nelle mani di Dio. E’ lui che pensa, è lui che scrive”. E’ una frase che Madre Teresa di Calcutta amava ripetere per sottolineare il suo ruolo di strumento al servizio del bene. E, fatte le dovute proporzioni, lo stesso compito è assegnato ad un’altra matita, Perpetua, questa volta non umana, ma di sicuro molto particolare. Perché serve a raccogliere fondi per organizzare corsi di formazione dedicati a educatori e insegnanti e fornire supporto psicologico ai bambini e alle famiglie.

L’occasione è l’evento “Ridisegniamo la scuola”, organizzato da Fondazione Mission Bambini insieme a Fondazione Mediolanum Onlus. Che, a causa della seconda ondata del Covid, il 24 e il 25 ottobre ha deciso di non portare, come previsto, centinaia di volontari in tutte le 70 piazze sparse per l’Italia. Nel nostro territorio, in particolare, sarebbero dovuti essere presenti in Piazza Centemero e Paleari a Monza, in Piazza Roma a Vimercate e infine in Corso del Popolo angolo piazza Vittorio Veneto a Seregno.

L’intento generale dell’iniziativa, che nei giorni precedenti e successivi al 24 e 25 ottobre renderà disponibili le matite Perpetua presso oltre 50 Uffici dei Consulenti Finanziari di Banca Mediolanum, resta, comunque, valido e si sposta principalmente on line: promuovere una scuola più innovativa e inclusiva, attenta agli studenti in difficoltà resi ancora più fragili dall’emergenza Covid-19. Le donazioni, infatti, saranno destinate anche all’acquisto di strumentazione informatica per la didattica tradizionale e digitale.

LA MATITA PERPETUA

Il nome, con tanto di lettera maiuscola, non è un riferimento all’indimenticabile serva di Don Abbondio ne “I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni. Sta ad indicare, invece, un oggetto unico nel suo genere. La matita in questione, infatti, è composta all’80% da grafite riciclata, è atossica e non sporca le mani. Non ha aggiunte di alcuna vernice protettiva o lavorazione successiva. Se cade non si rompe, si tempera normalmente, scrive anche se rimane senza punta o si taglia in due. E, per finire, ha una gomma alimentare in sei colori che forma un corpo unico con la parte scrivente.

“Nel 2020 avremmo dovuto festeggiare i 20 anni della Fondazione Mission Bambini con 20 eventi straordinari, ma l’emergenza sanitaria non ci ha permesso di fare quello che avevamo progettato” spiega Gianluca D’Elia, referente a Monza e in Brianza della Fondazione nata su iniziativa dell’imprenditore e ingegnere Goffredo Modena, che in 20 anni di attività ha aiutato 1,4 milioni di bambini, grazie a oltre 1.700 progetti in Italia e in altri 74 Paesi del mondo.

“Adesso, per la situazione sanitaria attuale, purtroppo non scenderemo in piazza il 24 e 25 ottobre per un evento che quest’anno abbiamo chiamato “#RIDISEGNIAMO LA SCUOLA” e non  “Le piazze del cuore” come in passato – continua – a fronte di una offerta di almeno 7 euro (10 euro on line per le spese di spedizione, Ndr) consegneremo, comunque, una matita Perpetua che ha dei poteri straordinari, soprattutto perché permetterà di sostenere il percorso educativo di un bambino di una famiglia in difficoltà”.

L’impegno di chi dona parte del suo tempo per cercare di dare ai bambini un futuro migliore non si è fermato nemmeno durante i mesi del lockdown. E non può fermarsi nemmeno ora. “I bisogni dei bambini in difficoltà non si sono ridotti a causa della pandemia, anzi sono aumentati – sostiene il referente della Fondazione per Monza e la Brieanza – nei mesi scorsi ci si è concentrati sull’obbiettivo di poter garantire un accesso alla didattica a distanza anche ai bambini e ragazzi appartenenti alle famiglie con fragilità economica (clicca qui)”.

“I volontari hanno fatto raccolte fondi su Facebook in occasione dei loro compleanni per poter acquistare pc e tablet, altri hanno dato una mano nella distribuzione di viveri aiutando le realtà che supportiamo” continua.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi