21 Settembre 2021 Segnala una notizia
Monza, aggredito a calci in faccia: 59enne finisce in ospedale con trauma cranico

Monza, aggredito a calci in faccia: 59enne finisce in ospedale con trauma cranico

30 Ottobre 2020

Aggressione in centro a Monza, sabato sera. Erano circa le 22.30, quando in via Aliprandi, all’angolo con via D’Azeglio, un uomo di 59 anni è stato aggredito da un 22enne ed è finito al pronto soccorso con un trauma cranico.

I due uomini hanno iniziato a litigare per strada, a un certo punto dalle parole sono passati alle mani. Il 22enne, originario del Perù di 22 anni ha cominciato a tirare calci diretti al volto del 59enne di Bologna. Per la violenza dei colpi entrambi sono finiti a terra. Il più giovane ha trovato le forze per rialzarsi e ha continuato con i calci in faccia alla vittima.

Qualcuno ha chiamato i soccorsi e le Forze dell’Ordine. Sul posto sono intervenute un’ambulanza e una volante della Polizia di Stato. Il 59enne è stato subito trasportato al pronto soccorso del Policlinico. I sanitari gli hanno riscontrato un trauma cranico facciale, giudicato guaribile in 25 giorni.

Gli agenti hanno successivamente esaminato le immagini di videosorveglianza della zona, che hanno confermato il racconto della vittima. Il 22enne è stato quindi denunciato per lesioni personali.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi