24 Settembre 2020 Segnala una notizia
Stop alle auto davanti alle scuole: a Monza arriva la mozione per istituire le "zone scolastiche"

Stop alle auto davanti alle scuole: a Monza arriva la mozione per istituire le “zone scolastiche”

16 Settembre 2020

Potrebbe arrivare presto a Monza un tavolo tecnico per discutere delle cosiddette “zone scolastiche“, le zone urbane in prossimità della quale si trovano edifici adibiti ad uso scolastico, in cui è garantita una particolare protezione dei pedoni e dell’ambiente. Una piccola rivoluzione degli assetti della circolazione e della viabilità che è pronta a sbarcare in consiglio comunale grazie all’iniziativa di 3 consiglieri monzesi: Francesca Pontani (Italia Viva Monza), Ilaria Botti (Piu’ Europa Monza) e Tullio Parelle (Monza in Azione).

La consigliera Francesca Pontani (IV), prima firmataria della mozione

L’assist è il Decreto Semplificazioni, approvato in settimana al Senato, firmato dal Presidente Mattarella in data 11 settembre e ora in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Nel testo sono state introdotte infatti numerose e importanti novità per il Codice della Strada. Una vera e propria “mini-riforma”, in cui sono state accolte molte delle proposte partite dai comuni italiani, impegnati ad affrontare i problemi di trasporto e mobilità a seguito dell’emergenza Covid-19.

La mozione 

Nel dettaglio, i tre consiglieri firmatari della “Mozione per creazione zone scolastiche nel Comune di Monza” chiedono all’amministrazione un impegno concreto sul tema tramite l’istituzione entro un mese di un tavolo formato dalla commissione consiliare dedicata, dai tecnici del comune e dai rappresentanti degli istituti scolastici coinvolti, che dovrà poi individuare entro sei mesi le zone scolastiche della città da inserire nel piano del traffico attualmente in elaborazione.

Cosa cambierebbe?

Con l’attuazione delle zone scolastiche le aree in prossimità delle scuole potrebbero diventare quasi interamente zone free car. Potranno infatti essere limitate o escluse la circolazione, la sosta o la fermata di tutte o di alcune categorie di veicoli, in orari e con modalità definiti con ordinanza del sindaco. Ovviamente ciò non riguarderà gli scuolabus, gli autobus destinati al trasporto degli studenti o degli alunni e nemmeno i titolari di contrassegno invalidi. Nelle strade circostanti, inoltre, verrebbe fissato un limite di velocità di 30 km/h durante gli orari di entrata ed uscita scolastica.

FIAB: “La sicurezza passa anche dalle scelte delle amministrazioni”

Le novità del DL Semplificazioni sono state accolte con favore anche da FIAB, la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta che si batte a livello nazionale per incrementare ciclabili e spostamenti green. “Grazie alla riforma – si legge sul sito della onlus – si colma anche su questo aspetto un vuoto normativo, perché ora la volontà delle amministrazioni locali di limitare o addirittura escludere circolazione, sosta e fermata alle auto negli orari di ingresso e uscita dalle scuole trova un chiaro inequivocabile riscontro nel Codice. Fatti di cronaca, anche recenti, dimostrano quanto la sicurezza per alunni e studenti passi anche da questa evoluzioni bike friendly dello spazio urbano”.

A Desio, intanto, un primo esperimento di strade scolastiche è arrivato in occasione del primo giorno di scuola. “La sicurezza per gli studenti nell’accesso a scuola deve essere difesa dal traffico veicolare. Per questo motivo l’Amministrazione comunale ha scelto di realizzare strade scolastiche (interdette al traffico) o modifiche viabilistiche che meglio direzionino i flussi di automobili”.

https://www.facebook.com/monzainbici/posts/3279891708713052

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi

Fallimento Mercatone Uno, confronto aperto tra Max Factory e i sindacati

Il marchio cinese dell'abbigliamento e prodotti per la casa vuole rilevare il punto vendita di Cesano Maderno. Si tratta sulla tutela occupazionale degli ex dipendenti della catena di distribuzione alimentare.

Christmas Village Monza 2020: chalet e pista di ghiaccio per un Natale Covid free

Anche quest'anno Monza avrà per Natale il suo villaggio incantato. Organizzato da Elite Food, nell'elegante centro storico in Piazza Carducci e Piazza San Paolo, sarà allestito il Christmas Village Monza 2020.

Covid, test rapidi per studenti e insegnanti: ecco come fare

A Monza, da ieri, il tampone si fa al Drive trough presso ospedale vecchio San Gerardo, con ingresso da Via Magenta.  

Tendine d’Achille: cosa fare in caso di infiammazione

Dolore, diminuzione della forza, difficoltà a camminare: l’infiammazione del tendine d’Achille è un disturbo che può rendere la vita davvero impossibile.

Erbacce e sporcizia di fronte al Frisi di Monza: “Una schifezza davanti ad una scuola prestigiosa”

A raccontarlo un nostro lettore, stupito da erbacce e asfalto rovinato proprio davanti ad una delle scuole più importanti di Monza.