21 Ottobre 2021 Segnala una notizia
Ponte San Michele sull'Adda aperto, ma i cartelli beffa dicono che è ancora chiuso

Ponte San Michele sull’Adda aperto, ma i cartelli beffa dicono che è ancora chiuso

22 Settembre 2020

“Chiuso”. I cartelli sono inequivocabili: il ponte San Michele, lo storico attraversamento dell’Adda tra la Brianza e la bergamasca, è chiuso. E anzi sono numerosi i cartelli che ripetono l’indicazione del ponte chiuso tra Paderno e Calusco: per chi percorre la Sp54 da Cernusco Lombardone e da Terzuolo sono almeno un paio i grandi cartelli stradali che si incontrano agli incroci con lo sfondo giallo, il segnale di divieto d’accesso e la scritta “chiuso” a caratteri cubitali relativa la ponte San Michele tra la provinciale lecchese 54 e la provinciale bergamasca 166. E altrettanti identici cartelli sono ben visibili anche per chi si avvicina a Paderno d’Adda arrivando dalla Brianza monzese, da Bernareggio e passando da Verderio.

 

Chiuso e basta. Senza data, senza orari, senza nulla che possa far capire che invece il ponte è aperto al traffico, regolarmente tutto il giorno e tutti i giorni. Chi ha organizzato la segnaletica lungo le strade di avvicinamento all’attraversamento dell’Adda, almeno dalla parte brianzola, è stato impreciso e non è stato in grado di dare le corrette indicazioni sulle disposizioni prese per la circolazione sul ponte che invece, in queste settimane, ha periodi di chiusura al traffico ma solo episodici, limitati ad alcuni giorni e per poche ore di notte. Il 15 settembre è stato chiuso da mezzanotte alle 4.30 del mattino per permettere a Rfi di poter eseguire alcuni interventi nella parte sottostante del ponte, dove passa la ferrovia, che richiedevano l’occupazione dell’unica corsia di transito per i veicoli. E lo stesso tipo di chiusura, per 4 ore e mezza  dopo la mezzanotte, è previsto che si ripeta anche nelle notti del 22 settembre, del 25 settembre, del 30 settembre e del 2 ottobre.

Ma queste sono indicazioni che si vedono online, sul sito internet dalla Provincia di Lecco competente per la Sp54 all’apposita pagina che pubblica le ordinanze sulla viabilità. Mentre per strada agli automobilisti resta da fare un esercizio di fiducia, confidando nell’abitudine di trovare aperto il ponte e ignorando la segnaletica. Tranne però per chi ha una vista molto acuta e pure una certa fortuna di far cadere l’occhio su alcuni altri cartelli gialli, di dimensioni da foglio A4 e appesi con lo scotch su alcuni pali a bordo strada: alcuni sono la fotocopie in bianco e nero dell’ordinanza provinciale di chiusura del ponte mentre altri sono le riproduzione su foglio dei cartelli giusti, quelli che riportano orari e date di chiusura.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Martino Agostoni
Filosofia, giornalismo e cronaca sono la mia laurea, la mia specializzazione e il mio mestiere. Vivo e lavoro tra Monza e Milano, corro o viaggio nel resto del tempo.


Articoli più letti di oggi