08 Maggio 2021 Segnala una notizia
"Missione Scuola", i chiarimenti della Provincia: ecco come si tornerà in aula

“Missione Scuola”, i chiarimenti della Provincia: ecco come si tornerà in aula

4 Settembre 2020

Nell’incertezza che accompagnerà questo “caldo” settembre, la Provincia di Monza e Brianza prova a mettere i puntini sulle “i” relativamente alla riaperture delle scuole superiori del territorio. Numeri e risorse alla mano, l’ente si dice pronto “ad aprire gli edifici scolastici per il nuovo anno in sicurezza”, nel rispetto delle normative anti-COVID. Ed è fiducioso: «Non possiamo escludere possibili disagi – ha spiegato durante le conferenza stampa “Missione scuola”, tenutasi oggi, giovedì 3 settembre nella sede della Provincia, il dirigente Antonio Infosini – ma possiamo anticiparvi che la quasi totalità delle nostre scuole presenta una situazione non critica».

Il rientro in aula: le principali novità

Secondo i dati UST Monza e Brianza, il 14 settembre inizierà l’anno scolastico per 31.133 studentesse e studenti che frequentano le scuole superiori della Brianza. Ma il ritorno sui banchi non sarà uguale per tutti: la Provincia ha infatti fatto sapere che si prevede un ritorno scaglionato, in cui saranno gli alunni del primo e dell’ultimo anno ad avere la precedenza, per un totale di oltre 12 mila studenti.

«L’obiettivo – spiegano dall’ente – è di far rientrare il 60% degli alunni in presenza fin dal primo giorno e garantire un rientro scaglionato per il restante 40%, che alternerà presenza con didattica a distanza. Si parla di 6669 studenti delle seconde classi, 6224 delle terze e infine 5681 delle quarte, mentre per gli istituti professionali la percentuale in presenza dovrebbe avvicinarsi al 100% al fine di garantire lo svolgimento delle attività di laboratorio».

Tanti anche gli interventi su ediliziaarredi, realizzati in tempi record nel corso dei mesi estivi. Alla manutenzione straordinaria legata all’emergenza COVID-19, che include interventi strutturati in aule e spazi comuni, opere di adeguamento e l’acquisto di nuovi arredi, come i famosi banchi monoposto, si è aggiunta anche quella del cosiddetto “Piano Marshall“, il piano da 3,5 miliardi di Regione Lombardia per interventi sul territorio. La Provincia, a questo proposito, sta concludendo le procedure di appalto per avviare i lavori programmati entro il 31 ottobre 2020.

Relativamente ai nuovi arredi sono stati acquistati 1775 banchi monoposto, 55 cattedre, 40 tavoli e oltre 1700 sedie, per una spesa di oltre 140 mila euro.

Dubbi e fragilità

Ma sulla riapertura alcune zone d’ombra rimangono. La Provincia ha sottolineato che “la priorità è la ripartenza delle scuole” e “correttivi e miglioramenti relativamente alla gestione degli spazi potranno avvenire in corso d’opera”. Sui bar all’interno delle strutture scolastiche, luogo di incontro degli studenti durante la ricreazione, ad esempio, l’ente ha dichiarato che al momento rimarranno chiusi, per evitare pericolosi assembramenti.

Una sorte altrettanto incerta spetterà alle società sportive che utilizzano gli spazi scolastici nel pomeriggio. «Le federazioni hanno già fatto tutti i protocolli necessari – ha spiegato il consigliere provinciale Meroni – ma ci tengo a dire che il tema dell’uso degli spazi è molto complesso. Il nostro ruolo sarà quello di essere un collante tra le società e i dirigenti scolastici, in modo che si possa instaurare un dialogo e analizzare le situazioni caso per caso».

Ma il punto più fragile della ripartenza (scolastica e non solo) sembra essere quello del trasporto pubblico locale. «Sarà necessario intervenire più volte per cercare di rendere il servizio adattabile alle diverse esigenze – ha aggiunto il Presidente della Provincia, Luca Santambrogio – da un lato, per la ridotta capienza dei veicoli, dall’altro per le eventuali modifiche all’orario delle lezioni».

Insomma: sul tema la strada è tracciata ma non conclusa. Settimana prossima è previsto un nuovo incontro con i dirigenti scolastici. Intanto, la Provincia sta ultimando una serie di accordi per la revisioni di alcuni percorsi che riguardano le corse a servizio degli istituti presenti nella Brianza centrale, orientale e occidentale.

A seguire: i lavori nelle aule delle scuole brianzole. Foto concesse dall’ufficio stampa della Provincia

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi