10 Maggio 2021 Segnala una notizia
Arcore, scuole statali nel caos: nessuna comunicazione su orari e ingressi

Arcore, scuole statali nel caos: nessuna comunicazione su orari e ingressi

4 Settembre 2020

Tutto tace. A poco più di 48 ore dall’inizio della scuola dell’Infanzia ad Arcore non sono ancora stati resi noti gli orari e l’effettivo via alla didattica per i bambini tra i 3 e i 6 anni. Situazione critica che crea, evidentemente, un certo allarmismo e malcontento tra i genitori dei bambini dell‘istituto comprensivo di via Monginevro, che comprende la scuole dell’infanzia, scuole primarie e scuole secondaria di I grado. Non possono fare altro che telefonare, scrivere mail e sfogarsi alle chat delle varie classi che in queste ore sono più che roventi. C’è addirittura chi, nell’incertezza generale, ha dovuto prolungare le ferie e chi, arrivati a venerdì pomeriggio, non sa ancora se chiedere permessi al lavoro se per quante ore in vista di lunedì 7 settembre per poter accompagnare il figlio a scuola.

“Da giorni chiediamo informazioni alla scuola rispetto sia agli orari e agli scaglioni del primo giorno di scuola, sia rispetto ai giorni e alle settimane successive – ha spiegato una mamma, Claudia Aloise -. Non abbiamo però ottenuto alcun tipo di risposta.  Anche oggi abbiamo telefonato diverse volte ma non siamo mai riuscite a parlare con la segreteria che pomeriggio risulta addirittura chiusa. In via ufficiosa un’insegnante ci ha detto che a regime l’orario scolastico sarà ridotto e i bambini usciranno tra le 14.30 e le 15. Si tratta di informazioni non validate da alcun tipo di circolare neè comunicazione ufficiale (infatti l’ultima circolare pubblicata sul sito è di luglio, ndr). Appare quindi difficile, se non impossibile, organizzarsi in previsione dell’inizio della scuola. Da parte mia nell’assenza totale di informazioni ho prolungato le ferie anche per lunedì non sapendo se e per quante ore inizierà la scuola”.

Solo questa mattina circolava un documento del Comune che indicava che la mensa riprenderà dal 9 settembre per l’infanzia e il 15 per la primaria.

Nessuna indicazione anche per la questione sanitaria: mentre in molte scuole sono state fatte riunione per come gestire l’entrata e l’uscita degli studenti e per come mantenere un livello di sicurezza minimo, ad Arcore questo non è accaduto.

Incertezza totale dunque per i genitori dei bambini delle due scuole dell’Infanzia dell’Istituto, quella di Bernate e quella di via Beretta.

E se dall’Istituto comprensivo, guidato dalla nuova dirigente scolastica Marta Chioffi appena insediata tutto tace, le uniche certezze per i genitori sono date dal Comune per quanto riguarda i servizi di competenza, appunto, comunale. Dall’altra parte non si può non dire che la nuova dirigente ha preso possesso del suo ufficio solo il 1  settembre, quindi pochissimi giorni fa, ritrovandosi tra le mani questa situazione complessa.

Il perimetro di intervento del Comune riguarda gli spazi, il trasporto e i servizi– ha precisato il Sindaco Rosalba Colombo -. L’assessore Paola Palma ha lavorato tutta estate con la dirigenza scolastica per far partire l’anno scolastico regolarmente. Nel nostro comune vi è lo spazio sufficiente per tutte le sezioni, non verranno smembrate le classi per una continuità educativa e di socialità per i nostri ragazzi. Sono garantiti i servizi mensa e di trasporto scolastico secondo le linee guida adottate da governo e regioni.
Per il Pre e Post scuola mancano ancora le linee guida per far partire i servizi subito al 14 settembre ma stiamo lavorando insieme alle scuole per far partire i servizi al più tardi ad inizio ottobre.
Il prima possibile, entro fine settembre, ci saranno le notizie relative per il pre e post scuola”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Paola Brambillasca
Da sempre con una matita in mano. All’inizio disegno, alla fine scrivo. Per diletto e per lavoro. Sono fortunata, riesco a fare ciò che amo.


Articoli più letti di oggi