13 Maggio 2021 Segnala una notizia
Settore ferramenta e brico: un business in crescita anche online

Settore ferramenta e brico: un business in crescita anche online

12 Agosto 2020

Il segmento di vendita dedicato al bricolage e alla ferramenta, si trova in una posizione di stabilità in Italia. Il settore è maggiormente richiesto nelle regioni settentrionali per un 60%, anche se quelle centrali e meridionali mostrano un interesse intorno al 40%.

Perché, rispetto altri settori, ferramenta e bricolage non evidenziano cali considerevoli di vendita? Come mai sono settori in crescita anche negli acquisti online? È forse per la varietà degli articoli in vetrina? Oppure l’interesse è riferito alla qualità della merce offerta? In questa mini guida, si proverà a rispondere alle domande, in modo da avere una visione più chiara dell’argomento.

Gli articoli in vendita nelle ferramenta

La ferramenta nasce come tipologia di attività commerciale specializzata nella vendita di articoli peculiari. Da settore prettamente dedicato al fai da te, alle riparazioni domestiche, con prodotti specifici, ha con il tempo modificato il suo target di clientela, al punto da offrire diversificate altre categorie di articoli.

Un numero molto inferiore di ferramenta – equivalente al 5% – è rimasto legato alla vendita di prodotti specifici. Attualmente, facendo un giro nelle ferramenta italiane, è molto facile trovare in vendita il 15% di articoli casalinghi, il 25% di vernici e materiale per tinteggiare, il 40% di materiale per il giardinaggio e il 20% di utensili vari e bricolage.

La causa della modifica di prodotti merceologici in vendita è da attribuire alla richiesta dell’utenza che, nel tempo, non si è limitata soltanto a preferire le tipologie tradizionali di ferramenta, ma ha rivolto la sua attenzione verso altro.

La clientela della ferramenta

In passato, i clienti delle ferramenta erano in maggioranza addetti ai lavori, artigiani e operai in diversi settori: idraulici, edilizi, falegnami. Erano anche parecchie le aziende che si occupavano di vari impianti, sia industriali che privati, nei campi dell’edilizia, idraulica, meccanica, a effettuare buoni ordinativi e acquisti in ferramenta.

Oggi, nella ferramenta e nei punti vendita di bricolage, entrano e comprano moltissimi privati, il 57% non appartenenti a target precisi. Offrendo un’elevata tipologia di articoli, con prezzi convenienti e tante promozioni, chiunque entra in questi esercizi commerciali perché sa di trovare un po’ di tutto, con possibilità di scelta dell’articolo migliore e maggiormente conveniente.

Il dato di fatto che ci sia una vasta gamma di articoli riferiti a vari settori è un elemento a favore per le ferramenta e per i brico, poiché il cliente è attratto dall’idea di trovare quello che cerca e anche qualcos’altro che potrebbe essergli utile.

Ma non è soltanto il cliente a fare la fortuna delle ferramenta e dei brico. Attualmente, sono moltissime le persone che praticano hobby creativi o artigianali, come cresce anche il numero di italiani che amano il fai da te, portando avanti riparazioni, restauri o addirittura intere installazioni di impianti. Il bricolage è un mondo affascinante per chi desidera personalizzare la propria abitazione e, dunque, i punti vendita crescono.

I punti vendita aperti in varie zone del territorio italiano sono oltre 11 mila, la maggior parte dei quali legati a grossi marchi nazionali o internazionali.

Le ferramenta e i brico crescono online

Il fenomeno di crescita e ampliamento dei brico e ferramenta si è adeguato ai tempi, ampliando le proprie offerte anche tramite il web. Il settore delle grandi catene, sia nazionali che internazionali, ha aperto moltissimi e-commerce di ferramenta online, circa il 25% in più nell’ultimo quinquennio: qui la clientela accede con facilità, ordinando tutto quello che è necessario, con costi ridotti e con il servizio di consegna a domicilio, spesso gratuito.

Il 97% dei punti vendita fisici ha una pagina web ben strutturata con la quale interagisce quotidianamente il 75% dei clienti online, quantità che rappresenta la maggioranza rispetto al 25% degli utenti dei punti vendita fisici.

Questo ha contribuito ad abbattere notevolmente i costi di gestione degli affitti e del personale dei punti vendita fisici, garantendo comunque un livello di qualità dei prodotti sempre alto.

Il primo semestre del 2020, i siti web delle ferramenta e dei bricolage online hanno avuto un forte incremento di vendita, soprattutto a causa della pandemia mondiale, poiché non era possibile accedere ai negozi fisici. Molti italiani, in quel periodo, si sono dedicati alla manutenzione della propria casa, a lavori di restauro mobili, ad aggiustare guasti rimandati da tempo. L’opportunità di avere online i prodotti necessari per portare avanti i propri lavori è stata molto ghiotta, per cui le vendite online hanno avuto un implemento esponenziale.

I dati in forte ascesa, comunque, erano già ben visibili a fine 2019, quando ben oltre il 60% della popolazione italiana, intervistata appositamente, affermava di trovare molto comodo fare acquisti tramite web, pensando che anche in futuro avrebbe utilizzato tale canale.

Nel mese di luglio si è assistito, però, a un picco in alzata delle vendite nei negozi fisici di ferramenta e bricolage di circa il 15%, sicuramente dovuto al fatto che le persone hanno ricominciato a uscire da casa, attratti dalla possibilità di poter scegliere dal vivo l’articolo da acquistare.

Le previsioni delle vendite online per ferramenta e brico

La clientela predilige approcciarsi e acquistare qualsiasi articolo venduto da ferramenta o brico in e-commerce online rispetto ai negozi fisici perché convinta di risparmiare. E non ha tutti i torti.

Le nuove generazioni hanno un potere di acquisto molto ridotto rispetto ai loro genitori negli anni passati. Molto spesso diventa un’esigenza indispensabile portare avanti lavori di manutenzione in casa, senza ricorrere a personale specializzato ma utilizzando le proprie risorse e potenziando la propria manualità, risparmiando. Anche per l’acquisto di materiali e articoli indispensabili, il risparmio è messo al primo posto, ma questo non vuol dire rinunciare alla qualità.

Corre in aiuto il web, dove l’utente ha la possibilità di vedere varie tipologie dell’articolo che gli serve, confrontando i prezzi, individuando le offerte, valutando le prestazioni e scegliendo quello più conveniente. Il tutto direttamente dalla propria abitazione, senza muoversi e con un risparmio di tempo non indifferente.

Per il futuro, si prevede un aumento di clienti di ferramenta e bricolage di almeno il 10%. Questo non implica la chiusura dei punti vendita fisici, ma una modalità di commercio integrata, per rispondere puntualmente alle esigenze della clientela.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi