13 Maggio 2021 Segnala una notizia
Lentate: scippa una 87enne col deambulatore, scappa, ma poi abbandona la refurtiva

Lentate: scippa una 87enne col deambulatore, scappa, ma poi abbandona la refurtiva

21 Agosto 2020

Scippo con “ripensamento” a Lentate sul Seveso. E’ andato in scena nella mattinata di sabato 15 agosto, lungo viale Italia. Un’anziana signora di 87 anni, mentre stava camminando da sola, appoggiata al deambulatore, è stata improvvisamente raggiunta e strattonata da un uomo, a volto scoperto, che poi si è allontanato con la sua borsa, che era appoggiata nel cestello del suo “carrellino”.

Mentre il ladro si è dato alla fuga, la signora, vedova e residente in paese, è caduta a terra. A prestarle subito soccorso sono stati alcuni passanti, nell’attesa che sopraggiungesse l’ambulanza. L’anziana è stata quindi trasportata in codice giallo all’ospedale di Desio, da cui è stata poi dimessa con una prognosi di 30 giorni.

Sul posto sono sopraggiunti anche i Carabinieri di Seveso, che si trovavano nelle vicinanze per un servizio di controllo. Immediatamente si sono attivati alla ricerca del malvivente e poco dopo hanno ritrovato l’intera refurtiva, compresi i 100 euro con i quali la signora era uscita di casa. Un colpo con pentimento, verrebbe da dire.

Ora i Carabinieri della compagnia di Seregno stanno indagando, anche attraverso l’ausilio delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza della zona, per rintracciare l’autore dello scippo.

Foto di repertorio MBNews

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi