15 Maggio 2021 Segnala una notizia
Incidente a Seregno: padre salva il figlio di 6 anni dall'auto che li ha travolti

Incidente a Seregno: padre salva il figlio di 6 anni dall’auto che li ha travolti

31 Agosto 2020

Poteva avere un esito decisamente più drammatico l’incidente accaduto domenica 30 agosto, a Seregno e invece, grazie a un padre coraggioso, il suo piccolo di 6 anni si è salvato. Stavano attraversando la strada insieme, in via Wagner, quando un’auto li ha travolti. E’ successo nel tardo pomeriggio, dieci minuti prima delle 18:00.

Il bambino stava attraversando la strada in sella alla sua bicicletta, al suo fianco c’era il papà. D’un tratto è arrivata un’auto guidata da una 61enne, che per ragioni ancora da accertare, non si è accorta dei pedoni e li ha travolti. Il padre ha cercato di attutire l’impatto al figlio facendogli da scudo.

Immediato l’intervento sul posto di tre ambulanze. Tutti i coinvolti sono stati trasportati in codice verde e giallo negli ospedali di Desio e al Niguarda di Milano. In via Wagner sono sopraggiunti anche i Carabinieri di Seregno, per effettuare tutti i rilievi utili a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

Foto di repertorio MBNews

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi