10 Maggio 2021 Segnala una notizia
Teatro Manzoni, Piffer: "Non è sostegno alla cultura, è accanimento terapeutico"

Teatro Manzoni, Piffer: “Non è sostegno alla cultura, è accanimento terapeutico”

24 Luglio 2020

Non ci sta il Consigliere Comunale Paolo Piffer al nuovo capitolo dell’operazione “salva Manzoni”, portata avanti dal Comune di Monza.

«Altri 50.000 euro dei cittadini monzesi per riempire il buco che il Manzoni ha fatto nel 2019, e non oso pensare al bilancio del 2020 con il lockdown – tuona il leader di Civicamente in una nota alla stampa. – Continua a calare la vendita dei biglietti. Come sponsor riusciamo a coinvolgere solo le aziende partecipate del Comune, quindi sempre soldi dei monzesi. L’immobile fatiscente dentro e fuori nonostante i milioni di euro investiti. La strada non è quella giusta, liberiamo da questa zavorra la straordinaria Scuola Borsa il prima possibile. Serve visione e coraggio. Monza merita un grande centro policulturale dove fare teatro, musica, eventi di alto livello.  Anch’io ho tanti ricordi associati al Manzoni, capisco il dispiacere di qualche cittadino, ma “tenerlo in vita” non fa bene alla città e soprattutto alle tasche dei monzesi. Non è supporto alla Cultura, è accanimento terapeutico».

Il tema è stato discusso ieri in Consiglio Comunale, l’ultimo previsto prima della pausa estiva. Il consigliere leader della lista civica Civicamente si è astenuto al momento del voto. «Il nostro non voto contrario – ha spiegato Piffer in sede di consiglio – vuole rispettare, legittimare e sottolineare il massimo rispetto e apprezzamento che la nostra lista civica vuole dimostrare nei confronti della Scuola Borsa e degli sforzi fatti anno dopo anno».

Non è la prima volta che le politiche per salvare lo storico teatro monzese fanno storcere il naso al consigliere. Piffer aveva già fortemente criticato l’inserimento a bilancio di 480 mila euro per risistemare lo stabile sito in centro città, annunciato nei primi del mese. «Altri 480.000 euro stanziati per un immobile – aveva dichiarato – che ci costerà sempre di più ed avrà sempre più problemi, proprio come una macchina vecchia che ormai ha fatto troppo chilometri».

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi