15 Agosto 2020 Segnala una notizia
Ospedale San Gerardo chiude la terapia intensiva del 4° piano: "Ritorno alla normalità"

Ospedale San Gerardo chiude la terapia intensiva del 4° piano: “Ritorno alla normalità”

10 Luglio 2020

Ora il quarto piano della Palazzina Accoglienza che per oltre tre mesi ha ospitato una parte della Terapia Intensiva torna alla sua funzione originaria.

Dove infatti prima dell’emergenza Covid-19 venivano trattati i pazienti che necessitavano di piccoli interventi chirurgici, nel mese di marzo, per far fronte all’incremento dei casi, Regione Lombardia aveva chiesto alla ASST Monza di attivare in emergenza altri 40 posti letto aggiuntivi di terapia intensiva. L’azienda è arrivata a gestire circa 100 pazienti ricoverati in terapia intensiva nel periodo di massima emergenza alla fine del mese di marzo. È stato quindi realizzato un progetto in sole due settimane di tempo, durante la fase emergenziale, di 40 posti letto di terapia intensiva al quarto piano della nuova Palazzina Accoglienza la cosiddetta “Tipa” (Terapia Intensiva Palazzina Accoglienza) dove hanno lavorato in piena pandemia 97 infermieri, 37 medici e 10 specializzandi.

L’ultimo paziente colpito da Covid in terapia intensiva è stato dimesso il 24 giugno, poi il quarto piano ha ospitato il reparto di Rianimazione, oggetto nella sua sede di una completa riprogettazione.

Dalle Terapie Intensive di tutto il presidio e dalla Direzione Generale della ASST Monza arrivano però i ringraziamenti verso i tanti donatori che hanno contribuito con elargizioni di denaro e di apparecchiature medicali per far sì che i pazienti potessero ricevere le cure migliori.

Tra le principali ricordiamo la donazione del Banco di Desio che ha consentito di adeguare la dotazione impiantistica della “Tipa” con un importante contributo di 100.000 euro e la donazione di 9 ventilatori polmonari da parte di Beldolfin Srl, Aldo e Beppe Fumagalli, per un importo di 80.000 euro.

“Oggi è un momento importante che segna il ritorno ad una dimensione di normalità – sottolinea il Direttore Generale della ASST Monza Mario Alparone – mi auguro che questa fase di contenimento dell’emergenza Covid possa continuare per poter ritornare ad erogare, a favore della nostra comunità, servizi sanitari di alta qualità su tutte le altre patologie. Sono grato a tutto il personale della nostra azienda che ha gestito complessivamente oltre 1750 pazienti di cui oltre 350 da fuori provincia”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Riccardo Speziali
Chi sono? Matteo Riccardo Speziali, una vita nel cercare di scoprirlo (chi sono) e nel frattempo il raccontare fatti, il ricercare notizie mi tengono molto occupato. Scrivo da sempre e nel 2008 sono tra i soci fondatori di MB News che dirigo. Quando non scrivo (e non dirigo),mi piace leggere, soprattutto gialli, mi piace cucinare (e mangiare) e mi piace correre. Se avete qualche bella storia da raccontarmi o se volete denunciare un fatto chiamatemi 039361411


Articoli più letti di oggi

Rientri dall’estero: nessun isolamento ma rigoroso rispetto norme igienico sanitarie

Nessun isolamento fiduciario per chi rientra da Spagna, Croazia, Grecia e Malta ma l'adozione rigorosa delle misure igienico sanitarie previste già dal Dpcm del 7 agosto 2020.

Lombardia: 97 positivi e 258 tra guariti e dimessi

Aumentano guariti e dimessi (+258), a Cremona, Lodi e Sondrio 1 solo contagio.

Lombardia: 94 nuovi positivi, 3 sono a Monza e Brianza

Aumentano guariti e dimessi (+113), nessun contagio a Como e Lodi. 

Ospedale di Vimercate, chirurgia “su misura” a Ginecologia

Il modello consente non pochi benefici per la donna che si sottopone ad intervento, ma anche per la stessa organizzazione sanitaria dell’Ospedale.

Referendum sul taglio dei parlamentari: quando e come si vota

Domenica 20 e lunedì 21 settembre brianzoli, e non solo, sono chiamati alle urne per esprimere il proprio voto al referendum del taglio dei parlamentari.