11 Maggio 2021 Segnala una notizia
Monza, rissa nella notte in zona Nei: si spintonano e finiscono entrambi in ospedale

Monza, rissa nella notte in zona Nei: si spintonano e finiscono entrambi in ospedale

15 Luglio 2020

Ancora una rissa a Monza, in via Enrico da Monza, all’altezza del centro sportivo Nei, nella notte tra martedì e mercoledì 15 luglio. Tutto è successo intorno alla 1.20: secondo una prima ricostruzione della vicenda, due ragazzi di origine marocchina di 38 e 32 anni, che si conoscevano, si sarebbero azzuffati per futili motivi. 

La dinamica dei fatti non è ancora molto chiara, secondo quanto affermato da alcuni testimoni, non ci sarebbe stata una vera e propria aggressione: pare che i due si siano spintonati e a un certo punto uno è caduto a terra ferendosi alla gola con una bottiglia. L’altro, visto il taglio, avrebbe soccorso “il suo nemico” in attesa dell’arrivo dell’ambulanza.

Entrambi irregolari con numerose espulsioni, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria, il ferito per ubriachezza e l’altro per lesioni. Il ferito con tagli al collo e al volto è stato accompagnato in codice giallo al pronto soccorso del San Gerardo. L’altro è stato trasportato in codice verde al Policlinico di Monza per via di alcune lesioni al viso. Non versano in gravi condizioni.

Foto: Pixabay

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi