12 Agosto 2020 Segnala una notizia
Asfalti Brianza, notte da incubo a Concorezzo. Capitanio: "Denunciate i malori alla polizia"

Asfalti Brianza, notte da incubo a Concorezzo. Capitanio: “Denunciate i malori alla polizia”

3 Luglio 2020

Un’altra notte da incubo per i residenti del Comune di Concorezzo e limitrofi. L’indiziata principale è nuovamente Asfalti Brianza, l’azienda che da anni è al centro di numerose polemiche a causa dei fastidiosi fumi e odori provenienti dallo stabilimento. Una notte talmente sofferta, quella appena trascorsa, che ha spinto il sindaco di Concorezzo, Mauro Capitanio a prendere una netta presa di posizione: chiedere ai cittadini vittime di malori di sporgere una denuncia formale al comando di Polizia Locale.

“Stiamo predisponendo degli atti formali sulla base delle molestie olfattive che si sono verificate questa notte – ha fatto sapere con una nota il primo cittadino – è importante la collaborazione di tutti: i cittadini (anche non concorezzesi) che sono stati impattati questa notte da bruciori, mal di testa possono recarsi al comando di Polizia Locale a sporgere denuncia formale. E’ importante che tale denuncia venga fatta oggi. Grazie per la collaborazione”.

La Rondine: “Subito un’ordinanza di chiusura”

Da circa due mesi Asfalti Brianza ha riaperto i battenti post lockdown, riportando a galla tutti i problemi relativi alla salubrità dell’aria che i cittadini di Concorezzo, Agrate, Brugherio e Monza conoscono bene. Nelle ultime settimane il tema è tornato a scaldare il dibattito politico nei comuni e ad alimentare i gruppi social locali, in cui i residenti, stremati dalla situazione, hanno ricominciato a postare foto con brevi testimonianze. La richiesta è quasi sempre la medesima: fermare Asfalti Brianza e bloccarne immediatamente l’attività.

Posizioni portate avanti con forza dalla lista civica La Rondine Concorezzo, che poche ore fa ha raccontato con un post su Facebook di aver ricevuto oltre 100 messaggi “carichi di paura e disperazione”.

“Gli odori insopportabili e la consapevolezza che l’azienda liberi nell’aria sostanze cancerogene, stanno facendo crollare la credibilità delle istituzioni territoriali, giorno dopo giorno – si legge sulla pagina della lista civica. – Vogliamo invitare i cittadini colpiti dai fumi a denunciare oggi stesso, presso il Comune di Concorezzo, quanto accaduto ieri notte. Il Sindaco di Concorezzo emani subito un’ordinanza di chiusura dell’azienda, per tutelare la salute pubblica, oltre che il diritto ad una vita in tranquillità e sicurezza”.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi

Covid, nuova ondata in autunno: arriva il piano del Ministero. Ecco i 4 possibili scenari

L’Istituto Superiore di Sanità ha diffuso il documento  “Elementi di preparazione e risposta a COVID-19 nella stagione autunno-invernale”.

Lombardia, nessun nuovo decesso. Aumentano guariti e dimessi

Anche oggi nessun decesso e continuano ad aumentare i guariti e i dimessi (+95). Nella provincia di Monza e Brianza si registrano 4 nuovi casi.

ATS Brianza: quali regole valgono per il rientro dall’estero?

Per le persone di cui è consentito l’ingresso vi è l’obbligo di comunicare immediatamente al Dipartimento di Prevenzione il proprio ingresso in Italia.

Desio, 15enni in fuga per una vacanza a Napoli. Denunciati due albergatori

Due amiche di 15 anni si sono allontanate dalla loro abitazione all’insaputa dei propri familiari per trascorrere qualche giorno di vacanza a Napoli.

Referendum sul taglio dei parlamentari: quando e come si vota

Domenica 20 e lunedì 21 settembre brianzoli, e non solo, sono chiamati alle urne per esprimere il proprio voto al referendum del taglio dei parlamentari.