Quantcast
Piscine Nei e Pia Grande: chiuse. Arbizzoni: "Prima delle questioni economiche vogliamo una data di apertura" - MBNews
Sport

Piscine Nei e Pia Grande: chiuse. Arbizzoni: “Prima delle questioni economiche vogliamo una data di apertura”

Sport Management ha inviato una comunicazione con alcune richieste tra le quali l'azzeramento delle utenze e del canone.

pia grande monza

Nei e Pia Grande, le due piscine gestite da Sport Management a Monza, sono ancora off limits. La questione è approdata in Consiglio comunale, nel corso della seduta di ieri, 22 giugno. Gli impianti natatori, che nel corso dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 hanno subito parecchi disagi, sono oggi ancora chiusi al pubblico.

In tanti si domandano quando potranno di nuovo trovare ristoro soprattutto nelle ore più calde della giornata.  A sollevare il quesito è stato il consigliere Marco Monguzzi rivolgendo i suoi dubbi all’assessore allo Sport Andrea Arbizzoni.

“Il settore ha accusato maggiormente rispetto ad altri le restrizioni legate al Coronavirus. A seconda dei gestori ci siamo trovati, però, davanti a situazioni diametralmente opposte. La piscina di Triante, nonostante le problematiche, il primo di giugno è riuscita a riaprire l’impianto. Nei prossimi giorni ci troveremo per rivedere i piani economici finanziari. – spiega l’assessore-  Sport Management, invece, ha inviato una comunicazione con alcune richieste tra le quali l’azzeramento delle utenze e del canone, un contributo economico sostanzioso sia per il Nei che per Pia Grande di 290mila euro, il tutto però senza darci una data di riapertura. Fino ad oggi abbiamo comunicato solo per via scritta, manifestando la nostra volontà di sederci ad un tavolo e capire quali sono le nostre possibilità, a patto però che ci venga fornita una indicazione temporale”.

Attualmente il comune di Monza non ha ricevuto ulteriori comunicazioni, e l’amministrazione ha ribadito con una diffida che la questione economica potrà essere affrontata solo in presenza di una data. “Questa settimana sarà dunque decisiva”.

Se questo non dovesse avvenire, l’assessore Arbizzoni si è sbilanciato anticipando l’ipotesi di “altre soluzioni“, compresa la risoluzione del contratto. “Lo sapremo solo tra qualche giorno. L’amministrazione è già in pista per evitare che i cittadini possano subire ulteriori disagi” ha concluso Arbizzoni.

La Sport Management ha in concessione la «Pia Grande» fino al 31 agosto 2025 (corrisponde al Comune un canone di 115.333 euro all’anno e ha in carico manutenzione straordinaria per 19.707 euro all’anno), mentre la concessione del «Nei» scade il 31 agosto 2020 («Sport Management» corrisponde al Comune un rimborso utenze pari al 43% delle utenze reali e ha in carico la manutenzione ordinaria).

 

Più informazioni