16 Maggio 2021 Segnala una notizia
Monza: 3 giovani sotto l'effetto di alcol e droghe aggrediscono la Polizia e finiscono nei guai

Monza: 3 giovani sotto l’effetto di alcol e droghe aggrediscono la Polizia e finiscono nei guai

10 Giugno 2020

Un mix potente di alcol e droghe e tre ragazzi equadoregni hanno perso la testa, arrivando ad aggredire degli agenti di Polizia. E’ successo in pieno centro a Monza, intorno alle ore 22.00 di lunedì 8 giugno 2020.

A seguito di una segnalazione, la volante si è diretta in piazza Trento, dove ha trovato due ragazzi, un 29enne polacco e un 20enne ecuadoregno, insieme a una ragazza peruviana di 20 anni, tutti completamente fuori di sé. I tre avevano abusato di sostanze alcoliche e psicotrope: hanno riferito di essersi “calati 4 bianchi”, un cocktail alcolico noto per i suoi effetti devastanti.

Non appena gli agenti hanno iniziato i controlli, i ragazzi si sono mostrati subito aggressivi. A un certo punto hanno aggredito violentemente due agenti con morsi e testate. In loro soccorso sono dovute intervenire altre 3 pattuglie. E’ sopraggiunto anche il personale del 118 che ha dovuto sedare i giovani, per poter placare il loro evidente stato di alterazione.

La ragazza, affetta da problemi psichiatrici, è stata denunciata in stato di libertà, mentre i due giovani sono stati arrestati con l’obbligo di firma. Nel corso dell’udienza hanno chiesto scusa per i loro comportamenti, dichiarando di non ricordare assolutamente nulla di quanto accaduto.

Foto di repertorio MBNews

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi