12 Maggio 2021 Segnala una notizia
Coronavirus, a Monza e Brianza 5.627 positivi. Ecco l’aggiornamento dei sindaci

Coronavirus, a Monza e Brianza 5.627 positivi. Ecco l’aggiornamento dei sindaci

13 Giugno 2020
Nella provincia di Monza e Brianza si contano 5.627 pazienti positivi dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Nelle ultime 24 ore la provincia brianzola vede un +24, registrando così uno dei dati più alti della settimana (giovedì erano +10 positivi).
Ecco gli ultimi aggiornamenti forniti dai sindaci brianzoli (ricordiamo che non tutti i primi cittadini forniscono quotidianamente il resoconto dei dati).

MONZA

“ATS ci ha comunicato che i nuovi contagi in città sono +2 rispetto a ieri” ha detto il sindaco Dario Allevi.

SEREGNO

Sono, come ieri, 261 i seregnesi positivi al tampone da inizio emergenza, di cui 200 (+4) guariti. Tra questi anche altri 3 ospiti della Rsa Don Gnocchi, che rimane con solo 3 ospiti ancora positivi. Gli attualmente positivi in città sono 24 (-4), con 22 (+4) persone in isolamento domiciliare.

MUGGIO’

Sono 64 i cittadini guariti che hanno quindi eseguito il doppio tampone risultato negativo, 24 le persone che risultano ancora positive al Covid19, 16 i muggioresi in sorveglianza attiva, mentre i decessi restano 25.

LESMO

A Lesmo il numero di casi COVID19 ad oggi è di 44*; il numero di decessi è 9; le sorveglianze attive attuali sono 19. “*Di questi 44, 42 sono risultati negativi al test del secondo tampone, e quindi i casi positivi al momento risultano 2” spiega il sindaco Roberto Antonioli

CESANO MADERNO

La RSA Don Meani è covid free. Buone notizie dalla RSA Don Meani. Tutti i 67 ospiti sono attualmente negativi al tampone per Sars CoV-2.  Lo dichiara la stessa RSA nell’aggiornamento quotidiano inviato come di consueto al sindaco Maurilio Longhin. Prosegue il “progetto saluto”: tutti gli ospiti che possono essere mobilizzati in carrozzina possono salutare in sicurezza al piano terra i propri familiari, attraverso la vetrata, accompagnati da animatore o terapista occupazionale. La struttura sta valutando la riapertura ai nuovi ingressi in sicurezza. Per quanto riguarda il personale, 35 operatori asintomatici con tampone negativo sono in servizio; altri 26 operatori con doppio tampone negativo sono rientrati in servizio. Un solo operatore è positivo e si trova in isolamento al suo domicilio. E’ stata completata l’esecuzione del tampone a tutti gli operatori, anche asintomatici, attualmente in servizio. Il personale è dotato di DPI adeguati e l’approvvigionamento è garantito dalla Direzione.

USMATE VELATE 

Nessun nuovo caso di positività a Covid-19 dall’inizio del mese di giugno: è la buona notizia che, dopo settimane di emergenza, interessa da vicino il Comune di Usmate Velate.

“I dati diffusi da ATS confermano che le positività a Covid-19 sono ancora ferme a 40– conferma il sindaco Lisa Mandelli– è un numero che si è ormai stabilizzato dall’inizio di questo mese. Non possiamo ancora abbassare il livello di guardia, ma è un importante segnale positivo di cui tenere conto”.

I dati diffusi da ATS dicono che dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono 40 i cittadini che hanno contratto il Covid-19. Dal dato dei 40 positivi a Coronavirus – come sempre – vanno sottratti i 4 decessi ed i numerosi negativizzati, che ormai risultano essere 27, per una percentuale che rimane stabile al 70%. I cittadini tuttora in isolamento sono 4, in sensibile diminuzione rispetto alla settimana precedente.

MEZZAGO

La sanificazione del parco giochi è stata conclusa in anticipo. Il parco è ora aperto per accogliere i bambini in questa bella giornata di sole. Raccomandiamo naturalmente ai genitori di non creare assembramenti.

LISSONE

L’Amministrazione Comunale, al fine di garantire servizi rispondenti alle esigenze delle famiglie che favoriscano la conciliazione dei tempi del lavoro e della cura del tempo libero dei figli, organizza per l’estate 2020 i centri ricreativi estivi comunali nel rispetto di tutte le misure di sicurezza sanitaria connessa alla situazione epidemica Covid -19.

LENTATE SUL SEVESO

Riapre straordinariamente Santo Stefano con visite guidate gratuite L’Amministrazione Comunale ha deciso di fare un dono a tutta la popolazione rendendo disponibile gratuitamente l’accesso all’Oratorio di Santo Stefano protomartire per tutta l’estate. L’Oratorio è un celebre monumento del 1369 che contiene il più lungo ciclo di affreschi dedicati alla vita del Santo.

Ad oggi sono in programma delle visite guidate previste per il 28 giugno 2020 alle ore 11,00 e alle ore 14,45 e l’11 luglio 2020 alle ore 20.00.  L’accesso sarà consentito a 15 persone alla volta, per garantire le norme di sicurezza anti Covid-19. È richiesta la prenotazione obbligatoria, da lunedi 15 giugno fino ad esaurimento posti, telefonando il 0362.515205.

CAPONAGO

L’Amministrazione contribuirà per sostenere i costi dell’Oratorio feriale e per il CRE della Scuola materna.
“Purtroppo ci fanno viaggiare al buio e con responsabilità e rapporti educatori bambini e bambine altissime e quindi con costi alti. Lo sappiamo, e per questo abbiamo deciso di sostenere queste due realtà che ringraziamo per l’impegno e onere che si prendono, lo facciamo per rendere sostenibili i costi per le famiglie che dovranno usufruirne” ha detto il sindaco Monica Buzzini.

CARATE BRIANZA

“I miei complimenti alle tre Aziende Caratesi che hanno inventato e realizzato “Kabi”, la prima cabina a secco per combattere i virus, con l’obiettivo di sanificare persone e oggetti all’ingresso di ambienti di lavoro, ospedali o uffici pubblici. Sono davvero contento che questa invenzione verrà posta anche negli uffici del nostro Comune, permettendo di ripulire da eventuali virus o batteri i vestiti e gli oggetti che entreranno all’interno degli uffici.

Non posso che ringraziare gli inventori per la donazione al Comune di questa straordinaria cabina che, per l’attività di sanificazione, non bagna e non rischia di compromettere il funzionamento di dispositivi tecnologici, ma anzi sfrutta l’atomizzazione ad ultrasuoni di una soluzione igienizzante che viene trasformata in nebbia secca. Sono fiero che anche la nostra Città sia parte di questa importante novità tecnologica” ha detto il sindaco Luca Veggian.

SEVESO

Da lunedì 15 giugno il piazzale del Centro visite del Bosco delle Querce ospiterà una serie di incontri, nel rispetto delle normative anti-coronavirus sul distanziamento sociale, tra bambini e tra ragazzi frequentanti gli ultimi anni di studio obbligatori, dunque delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado, e anche l’ultimo anno delle scuole dell’infanzia, sia pubbliche che paritarie. L’Amministrazione Comunale ha infatti chiesto a tutti i dirigenti scolastici che si tenesse il tradizionale saluto di fine anno per le classi giunte al termine del loro ciclo formativo.

Molte classi hanno già aderito all’iniziativa, che vedrà la partecipazione di un ristretto numero di insegnanti e genitori, per evitare il rischio di assembramenti. A cominciare, lunedì 15 giugno appunto, alle ore 18, saranno le classi quinte della Scuola primaria Enrico Toti. Poi seguiranno le altre scaglionate fino al mese di luglio.

“L’emergenza sanitaria ha costretto le autorità a svuotare fisicamente le aule delle nostre scuole confinando bambini e ragazzi a casa – dichiara il sindaco Luca Allievi – Ma non ha certamente svuotato le aule nell’animo dei nostri piccoli concittadini, che dopo qualche giorno di ‘lockdown’ sono convinto che abbiano desiderato tornare al più presto a istruirsi stando vicini ai loro compagni di classe. Purtroppo ciò non è avvenuto in tempo per la fine dell’anno scolastico, ma con questi saluti desideriamo che ricordino anche loro ‘quell’ultima campanella’…”. “Alla fine di maggio – aggiunge l’assessore alla Scuola, Luca Varenna – ho pensato ai piccoli del terzo anno della scuola dell’infanzia, ai bambini della classe quinta della scuola primaria e ai ragazzi del terzo anno della scuola secondaria di primo grado che non avrebbero potuto concludere insieme il loro ciclo formativo, né vivere il momento speciale dei saluti e del suono dell’ultima campanella. È vero che la didattica a distanza ha assicurato lo svolgimento delle lezioni anche in questi mesi di ‘lockdown’, ma lo schermo di un computer ha presumibilmente allentato quel legame speciale che si crea in una classe, fatto di relazioni uniche, di amicizia, stima e comprensione.Così ho proposto l’organizzazione di questi saluti, per dare modo ai nostri piccoli concittadini di rivedersi tutti assieme, pur nel rispetto del cosiddetto distanziamento sociale”.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi