Quantcast
Villasanta, il caso del dogo "pericoloso": neanche una multa al padrone - MBNews
Attualità

Villasanta, il caso del dogo “pericoloso”: neanche una multa al padrone

Nonostante le richieste dei cittadini, il Comune non ha segnalato la questione ad ATS. Per il proprietario del molosso nemmeno una multa. La denuncia presentata dal padrone del cane aggredito verrà archiviata.

dogo-argentino

Il dogo senza guinzaglio che il 22 maggio nel centro di Villasanta ha aggredito un cane e il suo padrone rimane nelle mani del suo proprietario. Per lui nemmeno una multa. ATS il 5 giugno ha notificato al conduttore del molosso un‘ordinanza per la corretta gestione dei cani. In caso di inottemperanza per il proprietario scatterà la denuncia penale.

Di più non era possibile fare perché il dogo, che insieme a un altro esemplare femmina da tempo gira lasciato libero, senza guinzaglio né museruola, dal proprietario nel centro di Villasanta, preoccupando l’intero quartiere, è stato definito a “medio rischio” dopo un processo di valutazione clinica e comportamentale da parte del servizio di igiene urbana veterinaria di ATS Brianza. La zona solitamente battuta dai due molossi liberi comprende l’area della scuola materna Arcobaleno anche in orario di ingresso dei bambini.

Il proprietario ha dichiarato inoltre che, in occasione dell’aggressione, il dogo era sfuggito temporaneamente dal guinzaglio.

Ora a vigilare affinché il proprietario del dogo tenga il cane al guinzaglio, dovrà essere la Polizia Locale di Villasanta che però in questi anni, nonostante le segnalazioni e le telefonate dei cittadini non ha mai colto sul fatto l’uomo con i due molossi liberi.

Non c’erano i presupposti per togliere il cane al proprietario – ha spiegato Diego Perego, direttore del servizio di igiene urbana veterinaria di ATS Brianza-. Oltre a questa denuncia di morsicatura in questi anni non è giunta ad ATS alcuna segnalazione”. Il Comune di Villasanta non ha infatti mai segnalato la problematica ad ATS, ente preposto alla gestione di questo genere di problemi. Una scelta assunta dall’amministrazione comunale nonostante le email, le telefonate dei residenti e anche gli incontri che il Sindaco Luca Ornago, insieme al Comandante dei vigili, ha fatto con alcuni villasantesi preoccupati per la questione dei dogo liberi.

Rispetto alla questione dei dogo lasciati liberi senza guinzaglio né museruola “non abbiamo fatto segnalazioni ad ATS in quanto non abbiamo registrato nessun episodio di rilevanza penale – ha spiegato il Comune di Villasanta-“. E quindi l’aggressione della scorsa settimana è risultata la prima evidenza ufficiale di una problematica che in realtà i villasantesi subiscono e segnalano da tempo all’amministrazione Ornago.

Anche la denuncia ai Carabinieri fatta dal proprietario del cane aggredito “verrà archiviata perché non sussiste il reato – ha spiegato Perego di ATS – in quanto il dogo ha morso un altro cane, non una persona”.

Si chiude così (per ora) la vicenda che da tempo preoccupa il quartiere, soprattutto i conduttori di cani e le famiglie che da tempo lamentano la presenza dei due molossi che si aggirano liberi nella zona dell’ingresso al parco del Dosso. Anche sui social, a seguito della notizia dell’aggressione di fine maggio è scattata la bufera nella pagina Sei di Villasanta se… con centinaia di commenti di persone indignate per l’episodio di cronaca annunciato.

Ai residenti preoccupati non resta che segnalare eventuali casi di cani liberi direttamente ad ATS tramite esposto “La sorveglianza sociale – ha concluso Perego- è importante in questi casi”.