03 Giugno 2020 Segnala una notizia
#RipartiLombardia: al via il tour tra le province per una ripartenza in sicurezza

#RipartiLombardia: al via il tour tra le province per una ripartenza in sicurezza

14 Maggio 2020

#RipartiLombardia: questo il nome del tour attraverso le realtà provinciali lombarde per acquisire direttamente dal territorio una fotografia concreta e reale della situazione dei diversi settori economici e produttivi, con l’obiettivo di finalizzare il più possibile gli interventi legislativi e di indirizzo che dovranno caratterizzare la ripresa e la ripartenza lombarda dopo l’avvio della cosiddetta “Fase 2”.

Gli incontri avranno un carattere prettamente operativo su precise linee di intervento e avranno come referente prioritario il Presidente delle Camere di Commercio: coinvolgeranno inoltre il Sindaco del Comune capoluogo, il Presidente della Provincia, i rappresentanti degli ordini professionali, i rappresentanti delle Università lombarde, delle categorie produttive e del Terzo settore, e i responsabili sui temi del lavoro delle diocesi lombarde. Saranno invitati a partecipare i rappresentati di Anci Lombardia e sarà valutata di volta in volta la partecipazione di altri soggetti ritenuti rilevanti per ciascun territorio.

L’iniziativa, presenta oggi in Consiglio Regionale, prenderà il via lunedì 18 maggio da Como e si concluderà l’8 giugno a Milano, dopo aver interessato tutti i territori lombardi con il coinvolgimento e la partecipazione diretta delle locali Camere di Commercio.

“Con questo tour, che toccherà tutte le realtà provinciali lombarde, vogliamo accompagnare in particolare le realtà economiche e produttive in questa “fase 2”, cercando di interpretare e cogliere in tempo reale eventuali necessità ed esigenze che dovessero emergere man mano –ha sottolineato il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi – Le categorie e il mondo delle imprese ci stanno chiedendo soprattutto quattro cose:regole di accesso ai bandipiù veloci e semplificate e con un minor numero di certificazioni da produrre; meno burocrazia e procedure amministrative più snelle; tempi di pagamentocerti, puntuali e tempestivi; garantire subito l’accesso alla liquidità, requisito oggi fondamentale per ripartire. Sono punti su cui cercheremo di trovare soluzioni e fornire risposte immediate”.

“Dopo due mesi di chiusura è necessario ripartire in sicurezza ma con il giusto confronto con le persone – hanno spiegato i Vice Presidenti del Consiglio regionale Francesca Brianza e Carlo Borghetti – Dovremo capire cosa è funzionato e cosa no per ripartire cominciare al meglio. Vogliamo e dobbiamo essere rapidi, perchè non c’è più tempo da perdere, ma soprattutto è necessario essere pragmatici”.

“Non sarà una passerella – commenta il Consigliere Segretario Dario Violi – Questa iniziativa darà un senso di unità e di concretezza per far ripartire il tessuto economico”.

In occasione delle varie tappe provinciali, il Consiglio regionale metterà a disposizione dei territori gli strumenti di analisi e monitoraggio realizzati da Polis-Lombardia a seguito dell’emergenza legata al Covid-19. Sul turismo, settore particolarmente penalizzato, è prevista la collaborazione e il contributo di Explora.

Il primo appuntamento sarà a Como lunedì 18 maggio alle ore 10, coinvolgendo anche la realtà di Lecco: venerdì 22 maggio toccherà a Brescia alle ore 10 e a Mantova alle ore 15; lunedì 25 maggio Sondrio alle ore 10; mercoledì 27 maggio Bergamoalle ore 10; venerdì 29 maggio Varese alle ore 10 e Pavia alle ore 15; venerdì 5 giugno Cremona alle ore 10 e lunedì 8 giugno Milano alle ore 10 coinvolgendo anche le realtà di Lodi e Monza Brianza.
Ogni riunione nei singoli territori sarà seguita da un incontro stampa in loco nella sede ospitante l’iniziativa.

Sulla possibilità o meno di anticipare alcune riaperture il 18 maggio il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha spiegato che le risposte certe ci saranno solo dopo “aver fatto un’analisi attenta e precisa di quella che è la situazione e di quelle che sono le garanzie”.

L’importante è l’indice di contagio ma già sappiamo che la Lombardia, attualmente, è tra le migliori regioni. Non dobbiamo farci spaventare dai numeri – ha aggiunto Fontana – Le nostre scelte hanno dato degli esiti positivi. Questo non vuol dire che l’emergenza è passata, le aperture avverranno solo se ci sarà la certezza di poterle fare in totale sicurezza. Non possiamo pensare – ha concluso il governatore – di poter avere la vita di prima. Fino alla scoperta del vaccino dobbiamo trovare un doveroso equilibrio per convivere con il virus. Prima di esprimermi voglio leggere attentamente le carte”.

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi

Insospettabile mobiliere di giorno, violentatore di notte: 39enne in manette

E' finito in carcere un uomo di 39 anni, che di giorno era un'insospettabile mobiliere, mentre di notte si trasformava in uno stupratore. Cinque gli episodi contestati in giro per la Brianza.

Ondata di maltempo in Brianza, pioggia e grandine. Temperature in calo

Un'ondata di maltempo si sta scatenando in queste ore in Brianza. Pioggia, grandine, raffiche di vento e un brusco calo delle temperature caratterizzano il meteo brianzolo. 

Aggiornamento Coronavirus: i dati diffusi da Regione Lombardia al 3 giugno

In Lombardia gli attualmente positivi sono 20.224 (-31), mentre il totale complessivo dei positivi riscontrati dall’inizio della pandemia a oggi sono 89.442.

San Gerardo, ambulatorio post Covid-19: “300 pazienti nei prossimi 3 mesi”

Apre al San Gerardo un ambulatorio innovativo, dedicato allo studio e alla gestione post Covid-19 dei pazienti. Il coordinatore, prof. Paolo Bonfanti: "Visiteremo 300 pazienti in 3 mesi".

Incidente mortale a Verano: ragazza di 25enne travolta e uccisa da un ubriaco al volante

Incidente mortale a Verano Brianza: una ragazza di 25 anni è stata travolta e uccisa da un uomo ubriaco al volante dell'auto. Capitanio: "Troppo poco è stato fatto a livello culturale per contrastare il reato di omicidio stradale".