23 Ottobre 2020 Segnala una notizia
Movida in centro a Monza, residenti sul piede di guerra: "Situazione incontrollabile"

Movida in centro a Monza, residenti sul piede di guerra: “Situazione incontrollabile”

25 Maggio 2020

Sono immagini che parlano da sole. Gruppi di persone gomito a gomito, spesso senza mascherina, con drink in mano fino a notte fonda: è questa la fotografia che arriva dal primo sabato sera di libertà della “Fase 2”. Una situazione senza controllo che preoccupa e fa arrabbiare i residenti del centro, che per tutto il fine settimana hanno denunciato alle Forze dell’Ordine episodi di movida selvaggia in città. Perchè, ricordiamolo, c’è (ancora) il divieto di assembramento per evitare i contagi da Covid-19. E le multe, nel caso vengano staccate dal blocchetto dei vigili, vanno da 400 a 3000 euro.
Certo, nel pomeriggio la situazione era più sotto controllo sia in centro città sia al Parco di Monza, “ma la sera no”, come cantava Renzo Arbore…

La segnalazione: “Movida fino alle 4 e mezza di notte”

«Tantissime persone senza mascherina o con mascherina “scalda collo”, fumando, bevendo, senza mantenere alcuna distanza di sicurezza, abbracciandosi ecc… come niente fosse mai successo – ci scrive un nostro lettore relativamente alla situazione nella centralissima Via Spalto Maddalena. – Sono passate tre pattuglie della Polizia verso le 20:00, sono state fatte numerose segnalazioni telefoniche alla Polizia municipale da parte dei residenti della zona ed un’altra pattuglia è passata alle 2:00 di notte, senza neanche scendere dall’auto ha fatto il giro della piazza e se n’è andata».


«Ho contato circa 100 persone davanti ad ogni bar, più quelle che passeggiavano – prosegue. – Diciamo 500 persone ogni ora con un picco di 1.000 dalle 18:00 fino alle 4:30 di notte, quando è finita la movida. Persone che urlavano, senza guanti, distanza tra i tavolini inesistente… Insomma tutto l’opposto di quello che si dovrebbe fare. Veramente incredibile, vergognoso ed un affronto a chi in questi mesi è stato chiuso in casa, ha avuto migliaia di euro di danno economico e ha visto amici e parenti infetti in ospedale».

«Vorrei che tutti potessero riprendere a lavorare, ma in sicurezza, con attenzione e cautela, così è assurdo – conclude. – Vorrei capire anche chi ha dato i permessi perché ogni bar potesse quasi raddoppiare lo spazio esterno occupato, per poi riempirlo con ancora più tavolini di prima, anziché distanziarli veramente…. Le scuole sono chiuse, il Sindaco ha chiuso per mesi il Parco e la Villa e noi assistiamo a questo in pieno centro storico, completamente inermi?»

L’appello del Sindaco: “E’ il momento della responsabilità”

Sul tema della movida in città è intervenuto anche il primo cittadino del Comune, Dario Allevi il quale ha invitato tutti monzesi a compiere un gesto di responsabilità, perchè “l’emergenza sanitaria purtroppo è ancora in corso“.

«Il Comando della Polizia Locale conferma che sono arrivate numerose segnalazioni alla centrale operativa per il mancato rispetto delle regole di distanziamento sociale in vigore, soprattutto nelle vie e nelle piazze del centro, affollate di giovani – ha spiegato Allevi. – Gli agenti sul posto non hanno potuto che constatare i fatti, considerando l’elevato numero di persone presenti. Per questo il Sindaco e l’Assessore alla Sicurezza rivolgono oggi, ancora una volta, un appello alla responsabilità, ricordando che l’emergenza sanitaria purtroppo è ancora in corso e che i comportamenti di ciascuno fanno la differenza. Non vorremmo neanche prendere in considerazione provvedimenti restrittivi che sono lontani dalla nostra concezione di rispetto e di civismo, valori che appartengono alla città di Monza».

 

Foto e video concesse da un nostro lettore, che ringraziamo.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi

Fia ufficializza 8 Gp, a Monza si correrà il 6 settembre. Conferma ufficiale

La Fia ha ufficializzato il calendario con i primi otto Gran Premi in Europa. “

Aggiornamento Coronavirus: i dati diffusi da Regione Lombardia al 13 giugno

Ecco i dati di oggi, sabato 13 giugno, in Lombardia. I tamponi effettuati sono 9.474 (totale complessivo: 883.305).

Coronavirus, Parco e Boscherona chiusi. Allevi: “A malincuore, non sono stato ascoltato”

Firmata dal Sindaco Dario Allevi l’ordinanza che impone la chiusura da domani: «La situazione è molto seria e l’unico modo per fermare il virus è evitare, laddove è possibile, qualsiasi contatto tra le persone»

Regione Lombardia, bando da 7,5 mln di euro per le terapie anti-covid – in diretta FB alle 16:45

Appuntamento con il vice presidente di regione Lombardia alle 16:45 in diretta Fb quando illustrerà il bando da 7,5 milioni di euro destinato alle terapie anti covid-19. 

Atletica, Filippo Tortu torna in pista: oggi a Langenthal

Gli sprinter in Svizzera a Langenthal: 100 metri per il primatista italiano, debutto stagionale nei 200 per il secondo azzurro di sempre.