13 Maggio 2021 Segnala una notizia
Monza, lockdown da incubo: costretta a stare in casa tra botte e vessazioni del marito

Monza, lockdown da incubo: costretta a stare in casa tra botte e vessazioni del marito

19 Maggio 2020

E’ stato un lockdown di botte e soprusi senza fine, quello di una donna di 32 anni, residente a Monza. L’autore delle violenze è il suo compagno, un 30enne originario dell’Est, che nel pomeriggio di ieri intorno alle 18.00, è stato arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Monza e della Brianza.

Per mesi, complici le normative restrittive imposte dal Governo per contenere il contagio da Coronavirus, la donna è stata costretta a rimanere chiusa tra le mura di casa insieme al suo aguzzino. Per giorni e giorni ha subito i soprusi del compagno, fin quando ha trovato la forza di denunciare alla Polizia le violenze e le angherie che stava subendo dall’uomo.

Le indagini condotte dalla Squadra Mobile hanno fornito ai magistrati un quadro chiaro delle condizioni di violenza fisica e psicologica che la vittima era costretta a subire. La gravità della condotta dell’uomo ha portato il Tribunale di Monza a disporre la sua carcerazione.

Foto di repertorio MBNews

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi