03 Giugno 2020 Segnala una notizia
Mercati all'aperto verso la normalità: ora in vendita anche gel, foulard e mascherine

Mercati all’aperto verso la normalità: ora in vendita anche gel, foulard e mascherine

21 Maggio 2020

Sulle bancarelle gel igienizzanti, mascherine in tessuto e foulard. Ebbene sì, anche gli ambulanti brianzoli di adattano alla “Fase 2” del lockdown dovuto al Coronavirus e portano in piazza alcuni degli oggetti simbolo di questa pandemia.

«Che dire? La vendita si è un po’ adattata – ci racconta un ambulante – e per ora devo ammettere che sta andando bene. Per noi che non rientriamo nella categoria dei “generi alimentari” questa è la prima settimana di attività. Le persone stanno venendo negli stand e nel limite rispettano le distanze di sicurezza. Complice anche la bella giornata, che invoglia i cittadini ad uscire di casa.».

Sembrano essere tornati alla normalità i mercati cittadini. Dopo una pausa di circa due mesi dovuta all’emergenza Coronavirus seguita da una breve parentesi delle sole bancarelle alimentari, a partire da questa settimana le piazze alle quali eravamo abituati sono come ce le ricordavamo. O quasi: a tutela della salute di clienti e operatori, infatti, è stata rinnovata la delimitazione delle sedi mercatali, appositamente recintate e provviste di varchi obbligatori di accesso e uscita al fine di limitare l’incrocio delle persone.

Anche in Piazza Cambiaghi a Monza questa mattina sono tornate le bancarelle non alimentari. «E’ il nostro primo giorno – ci racconta un ambulante – non vedevamo l’ora di ritornare in questa piazza. Ci è mancata molto e ci sono mancati i nostri clienti. Stiamo rivedendo tanti volti noti ed è veramente un piacere».

Gli utenti del mercato del giovedì hanno rispettato le indicazioni dell’obbligo della mascherina. Più difficile, invece, il tema del distanziamento sociale: l’elevato numero di persone non ha permesso sempre la distanza di un metro tra un cliente e l’altro. L’impressione, comunque, è che i monzesi siano per ora rispettosi delle basilari norme di sicurezza.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi

Insospettabile mobiliere di giorno, violentatore di notte: 39enne in manette

E' finito in carcere un uomo di 39 anni, che di giorno era un'insospettabile mobiliere, mentre di notte si trasformava in uno stupratore. Cinque gli episodi contestati in giro per la Brianza.

Ondata di maltempo in Brianza, pioggia e grandine. Temperature in calo

Un'ondata di maltempo si sta scatenando in queste ore in Brianza. Pioggia, grandine, raffiche di vento e un brusco calo delle temperature caratterizzano il meteo brianzolo. 

Aggiornamento Coronavirus: i dati diffusi da Regione Lombardia al 3 giugno

In Lombardia gli attualmente positivi sono 20.224 (-31), mentre il totale complessivo dei positivi riscontrati dall’inizio della pandemia a oggi sono 89.442.

Incidente mortale a Verano: ragazza di 25enne travolta e uccisa da un ubriaco al volante

Incidente mortale a Verano Brianza: una ragazza di 25 anni è stata travolta e uccisa da un uomo ubriaco al volante dell'auto. Capitanio: "Troppo poco è stato fatto a livello culturale per contrastare il reato di omicidio stradale".

San Gerardo, ambulatorio post Covid-19: “300 pazienti nei prossimi 3 mesi”

Apre al San Gerardo un ambulatorio innovativo, dedicato allo studio e alla gestione post Covid-19 dei pazienti. Il coordinatore, prof. Paolo Bonfanti: "Visiteremo 300 pazienti in 3 mesi".