28 Luglio 2021 Segnala una notizia
Fase 2, Parco Regionale di Montevecchia e Valle del Curone: ecco i sentieri aperti

Fase 2, Parco Regionale di Montevecchia e Valle del Curone: ecco i sentieri aperti

4 Maggio 2020

Con il nuovo Dpcm è possibile compiere delle passeggiate a piedi in alcuni sentieri di montagna. Nella Fase 2, il Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone hanno indicato le nuove modalità di fruizione delle strutture e dei percorsi ubicati all’interno dei confini dell’area.

Rimangono chiusi i comparti di proprietà e gestione dell’Ente come Ca’ Soldato e il relativo parcheggio, Cascina Butto e le aree di pertinenza, nonché tutte le strutture di servizio. L’accesso agli uffici di Cascina Butto è possibile solo previo appuntamento telefonico (039.9930384) e solo per esigenze indifferibili.

Riaperti i sentieri che potranno essere utilizzati da pedoni e ciclisti nel rispetto delle norme del Parco e delle disposizioni previste dalle sopraindicate determinazioni legislative e amministrative.

Nel Parco Monte Barro è attiva l’apertura pedonale responsabilizzata delle strade e dei sentieri.

A Lecco, invece, i sentieri e la pista ciclabile restano chiusi. I Sindaci della Provincia di Lecco, nessuno escluso, esprimono la loro posizione in merito alla possibilità di svolgere attività motoria. “La stessa è assolutamente consentita ma solo ed esclusivamente uscendo dalla propria abitazione a piedi, in bicicletta, in pattini, monopattini ecc..”.
In tutti i Comuni della Provincia di Lecco è assolutamente vietato spostarsi in macchina verso un luogo diverso per svolgere attività sportiva.
Per meglio esplicitare un cittadino residente in un Comune non potrà recarsi con la propria autovettura, motocicletta, treno, autobus o altro mezzo di trasporto equipollente in un altro Comune per svolgere attività motoria.
L’attività motoria la si pratica partendo direttamente dal proprio domicilio e/o residenza.
“In altre parole un cittadino residente nel Comune di Lecco potrà spostarsi per svolgere attività fisica partendo direttamente a piedi, in bicicletta, in pattini, monopattini ecc. dalla propria abitazione. NON potrà prendere la propria autovettura, motocicletta, bus, treno ecc. e recarsi a Malgrate per poi passeggiare sul lungolago o recarsi in Valsassina per passeggiare o in altro Comune che non sia il suo di residenza.
Lo stesso dicasi anche per i Cittadini provenienti da una Provincia diversa da quella di Lecco”.

Sentieri aperti a Mandello fino a quota 1400 metri per attività motoria o sportiva (possibili quindi al Sileccio, Gardata, Manavello, Era…) solo per i residenti. L’ordinanza del Comune non permette di raggiungere il territorio mandellese con mezzi di trasporto pubblici o privati.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi