03 Giugno 2020 Segnala una notizia
ASST di Monza, Cup ed esami: cosa cambia dal 25 maggio

ASST di Monza, Cup ed esami: cosa cambia dal 25 maggio

21 Maggio 2020

In relazione alle raccomandazioni emanate da Regione Lombardia è molto importante che gli accessi ai presidi ospedalieri avvengano in maniera programmata. Per questo anche la ASST di Monza si è organizzata su due servizi che prima prevedevano l’accesso diretto: Cup e punto prelievi.

Cup

Non si potrà più accedere liberamente agli sportelli Cup ma bisognerà:
1) utilizzare la App Zerocoda (dal 25 maggio per Monza);
2) utilizzare la stessa procedura ma accedendo alla apposita pagina del sito aziendale ASST Monza (dal 25
maggio per Monza);
3) call center aziendale (dal 25 maggio per Monza e per Desio)
Ospedale San Gerardo: 039.2336080 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00.
Ospedale di Desio: 0362.385386 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e dalle ore 13.30 alle ore 15.30.

Prelievi

Non sarà più possibile accedere direttamente, bisognerà prenotarsi con le seguenti modalità:

1) utilizzare la App Zerocoda (dal 25 maggio per Monza);
2) utilizzare la stessa procedura ma accedendo alla apposita pagina del sito aziendale ASST Monza (dal 25 maggio per Monza);
3) call center aziendale (dal 25 maggio per Monza e per Desio):
Ospedale San Gerardo: 039.2336080 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00
Ospedale di Desio: 0362.385386 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e dalle ore 13.30 alle ore 15.30;
4) utilizzare il call center regionale al numero di telefono 800.638.638 da fisso e 02.999599 da mobile (dal 27 maggio per Monza e per Desio).

Sul presidio di Desio poiché il sistema Zerocoda sarà disponibile a partire dalla metà di giugno sarà inizialmente attivo solo il canale telefonico.

“Cambiano le modalità di accesso dettate dall’emergenza Covid – sottolinea il Direttore Generale della ASST Monza Mario Alparone – ma non cambia la qualità delle prestazioni. Grazie ai numeri di telefono dedicati e all’app, sarà possibile accedere alle strutture in tutta sicurezza, evitando code e assembramenti nell’ottica della salvaguardia di operatori e utenti”.

Foto repertorio MBNews

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Insospettabile mobiliere di giorno, violentatore di notte: 39enne in manette

E' finito in carcere un uomo di 39 anni, che di giorno era un'insospettabile mobiliere, mentre di notte si trasformava in uno stupratore. Cinque gli episodi contestati in giro per la Brianza.

Aggiornamento Coronavirus: i dati diffusi da Regione Lombardia al 3 giugno

In Lombardia gli attualmente positivi sono 20.224 (-31), mentre il totale complessivo dei positivi riscontrati dall’inizio della pandemia a oggi sono 89.442.

Ondata di maltempo in Brianza, pioggia e grandine. Temperature in calo

Un'ondata di maltempo si sta scatenando in queste ore in Brianza. Pioggia, grandine, raffiche di vento e un brusco calo delle temperature caratterizzano il meteo brianzolo. 

Incidente mortale a Verano: ragazza di 25enne travolta e uccisa da un ubriaco al volante

Incidente mortale a Verano Brianza: una ragazza di 25 anni è stata travolta e uccisa da un uomo ubriaco al volante dell'auto. Capitanio: "Troppo poco è stato fatto a livello culturale per contrastare il reato di omicidio stradale".

San Gerardo, ambulatorio post Covid-19: “300 pazienti nei prossimi 3 mesi”

Apre al San Gerardo un ambulatorio innovativo, dedicato allo studio e alla gestione post Covid-19 dei pazienti. Il coordinatore, prof. Paolo Bonfanti: "Visiteremo 300 pazienti in 3 mesi".