15 Luglio 2020 Segnala una notizia
Pandemia e l’infaticabile lavoro degli “uomini in giallo”, tra angoscia e quelle curiose richieste

Pandemia e l’infaticabile lavoro degli “uomini in giallo”, tra angoscia e quelle curiose richieste

27 Maggio 2020

Condivisione e sinergia di azione sono state la chiave per affrontare finora questo periodo di elevata criticità dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19”. Sono queste le parole del Sindaco di Arcore Rosalba Colombo che ripercorre questi quasi tre mesi di pandemia.

Una squadra quella della protezione civile, formata da 20 volontari, che dall’inizio della pandemia non si è ancora fermata. I numeri parlano chiaro e sottolineano il grande lavoro svolto a supporto della cittadinanza: “Le richieste sono state tantissime – racconta Giovanni Sala – Abbiamo sviluppato fino ad ora quasi 4.860 ore di lavoro di presenza al Coc, il centro operativo comunale, attivo dall’11 marzo. Da allora siamo aperti 7 giorni su 7 e 12 ore al giorno, dalle ore 08.00 alle 20.00, con interventi anche oltre l’orario. 300 invece gli interventi di assistenza a famiglie in difficoltà, persone fragili, cittadini in sorveglianza attiva e Covid nel supporto di ritiro e consegna di farmaci e spesa e per il pagamento delle utenze”.

Ma l’infaticabile lavoro degli “uomini in giallo”, ovvero quelli della Protezione Civile, non finisce qui. A loro la gestione della consegna delle mascherine a tutti i cittadini nelle cassette postali. Circa 8.100 i nuclei famigliari raggiunti in pochi giorni. “Abbiamo confezionato le mascherine in buste di plastica termosaldate in sicurezza e ambiente sterile – spiega Sala – Un ringraziamento doveroso ai privati cittadini e alle aziende che hanno contribuito con donazioni sul nostro contro corrente”.

E ancora, 250 pacchi di alimenti preparati, in collaborazione con il Comune e con la Caritas, per le famiglie in difficoltà e oltre 6mila gli accessi regolati alla piattaforma ecologica in sole 5 settimane: “Abbiamo strutturato e ideato un documento con identificativo numerico progressivo che veniva consegnato all’ingresso della piattaforma che permettesse al cittadino di giustificare lo spostamento qualora venisse fermato per un controllo – specifica Sala – Tutto si è svolto in sicurezza e nel migliore dei modi”.

Tra le tante richieste giunte in Comune alcune davvero particolari che sono riuscite a strappare un sorriso agli addetti ai lavori in questo periodo emergenziale: “Una signora in pieno lockdown ha fatto richiesta di un permesso per recarsi a Cinisello Balsamo dall’estetista e a Verano dalla callista. Un anziano signore, nella richiesta della consegna alimentare a domicilio ha inserito ben sei casse di spumante – racconta sorridendo il sindaco arcorese”.

Non sono mancati i momenti di angoscia a preoccupazione: “Abbiamo dovuto supportare un paese intero letteralmente colto alla sprovvista, spaventato, disorientato, bombardato da informazioni anche contraddittorie – racconta Rosalba Colombo – abbiamo gestito una comunità non solo dal punto di vista operativo ma anche psicologico, il telefono squillava ininterrottamente 12 ore al giorno. Non avrei potuto gestire niente in maniera così buona ed efficiente senza l’aiuto di tutti coloro che sono stati al mio fianco in queste settimane di grave difficoltà dagli organi comunali alla Protezione Civile, dal responsabile operativo Patrizia Santoro all’architetto Roberto Parolini e ancora la Polizia locale e i Carabinieri. Un doveroso grazie a tutti”.

Il sindaco Rosalba Colombo lancia un nuovo appello alla responsabilità: “Fondamentale è non abbassare la guardia, l’emergenza non è ancora finita. I comportamenti di ognuno di noi possono fare la differenza, non dimentichiamo il lockdown che abbiamo dovuto affrontare, rispettiamo le regole, evitiamo assembramenti e comportamenti irresponsabili”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lucilla Sala
Lucilla Sala, sportiva, giornalista e fotografa per passione. Sono cresciuta in palestra praticando ginnastica artistica e ne ho fatto una professione. Dal 2009 collaboro con il quotidiano online MB News per la rubrica sport, cultura ed eventi. Sono creativa, spontanea e amo perdermi nei romanzi che non finiscono mai. Mi piacciono le belle foto e ho una passione smisurata per i viaggi! Segnalatemi gli eventi di Monza e Brianza a lucilla.sala@yahoo.it


Articoli più letti di oggi

Rottamazione ed ecobonus, come usare gli incentivi del Decreto rilancio

Esistono portali web che forniscono tutte le informazioni necessarie sui nuovi contributi auto, come Rottamazione 2020.

Lombardia, Fontana ha firmato nuova ordinanza: mascherina comunque sempre con sé

Dal 15 luglio, in Lombardia, obbligo di mascherine all’aperto solo nei casi in cui non sia possibile garantire il distanziamento sociale.

Meda piange la 18°vittima. Santambrogio: “Notizia terribile, manteniamo alta la guardia”

Il comune brianzolo, sul fronte dell'emergenza sanitaria, da tempo era caratterizzato da buone notizie e sensazioni

Monza, bufera tra associazioni e l’assessore alla Cultura. Longo: “Preferisco non commentare”

Non si arrestano le polemiche attorno alla frase che l'assessore alla Cultura, Massimiliano Longo, avrebbe pronunciato in occasione di un incontro con le associazioni monzesi.

Monza, incendio nella notte: fiamme nell’area ex Scotti

Intervento dei Vigili del Fuoco nella notte, a Monza per un incendio divampato a Villa Azzurra, situata nell’area ex Scotti, sul viale Cesare Battisti. Nessun ferito.