15 Agosto 2020 Segnala una notizia
Polemica sulle "mascherine pannolino". Le infermiere: "Ci sentiamo presi in giro"

Polemica sulle “mascherine pannolino”. Le infermiere: “Ci sentiamo presi in giro”

22 Aprile 2020

Via le “mascherine pannolino” dall’Asst Vimercate. La richiesta arriva dal Nursind Monza e Brianza attraverso una lettera inviata ai vertici dell’azienda sanitaria.

Il Nursind (il Sindacato delle Professioni Infermieristiche) ha riportato, in una nota ufficiale trasmessa agli organi di stampa, di aver ricevuto dal personale che opera nei presidi dell’Asst Vimercate numerose segnalazioni sulla non idoneità delle mascherine FIPPI, le cosiddette “mascherine pannolino”, distribuite negli ultimi giorni agli infermieri che lavorano nei presidi territoriali e nei nosocomi di Vimercate e di Carate.

Le criticità evidenziate nelle mascherine FIPPI

Secondo il sindacato, questo tipo di DPI (dispositivo di protezione individuale) presenta diverse criticità. In primo luogo, non aderisce perfettamente al volto e ad ogni minimo movimento cala sulla faccia lasciando scoperte le vie aeree. Inoltre, la mascherina, cadendo lungo il viso, obbliga chi la indossa a usare le mani per rimetterla nella posizione corretta violando le principali norme di anticontagio e aumentando perciò il rischio di autocontagiarsi.
Non è tutto: il prodotto, realizzato con materiale simile a quello del pannolino dei bambini, indossato per parecchie ore, crea (come spesso avviene anche nei neonati) forti e fastidiosi arrossamenti.
Infine, avendo la forma cilindrica si sfila solo verso l’alto, andando in contrasto con tutte le indicazioni inerenti il corretto utilizzo dei DPI.

«Le mascherine hanno ricevuto il via libera del Politecnico e dell’Istituto superiore di sanità, ma non vanno bene – spiega Donato Cosi, segretario territoriale NurSind Monza e Brianza. – Peraltro ledono profondamente la dignità degli infermieri. Ci sentiamo presi in giro: ci fanno indossare mascherine prodotte con lo stesso materiale usato per i pannolini dei bambini, quasi equiparando il volto di chi le indossa alle natiche. Oltre a questa offesa l’aspetto ancor più grave è che con questi presidi si mette a rischio la sicurezza degli infermieri che da mesi sono impegnati in prima linea nella lotta contro il Coronavirus, perdendo anche la vita».

ADL Cobas: presentato esposto in procura 

Il sindacato brianzolo non è il primo a esternare le proprie perplessità sulle mascherine FIPPI. ADL Cobas ha dichiarato, tramite la propria pagina Facebook, di aver presentato un esposto alla procura di Milano lo scorso venerdì 17 aprile proprio relativo alle mascherine che Regione Lombardia ha commissionato alla società Fippi Spa di Rho.

Sulle mascherine piovono critiche: il servizio delle Iene

Le “mascherine pannolino” sono state protagoniste anche di un servizio delle Iene.

«Le abbiamo dovute cestinare – racconta un lavoratore intervistato – perchè ogni volta che apriamo la bocca cadono e per risistemarle devono essere continuamente toccate».

«L’alternativa sarebbe stata non avere abbastanza dispositivi di protezione per chi lavora – ha ribattuto Raffaele Cattaneo, Assessore all’Ambiente di Regione Lombardia. – Ne sono state distribuite circa 10 milioni. Cosa dovevamo fare? Io penso che ci siano anche tantissimi medici che queste mascherine le hanno indossate e non hanno ritenuto di dover fare una polemica inutile».

 

La foto in apertura è presa dalla pagina Facebook di Nursind Monza e Brianza.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi

Rientri dall’estero: nessun isolamento ma rigoroso rispetto norme igienico sanitarie

Nessun isolamento fiduciario per chi rientra da Spagna, Croazia, Grecia e Malta ma l'adozione rigorosa delle misure igienico sanitarie previste già dal Dpcm del 7 agosto 2020.

Lombardia: 97 positivi e 258 tra guariti e dimessi

Aumentano guariti e dimessi (+258), a Cremona, Lodi e Sondrio 1 solo contagio.

Lombardia: 94 nuovi positivi, 3 sono a Monza e Brianza

Aumentano guariti e dimessi (+113), nessun contagio a Como e Lodi. 

Ospedale di Vimercate, chirurgia “su misura” a Ginecologia

Il modello consente non pochi benefici per la donna che si sottopone ad intervento, ma anche per la stessa organizzazione sanitaria dell’Ospedale.

Referendum sul taglio dei parlamentari: quando e come si vota

Domenica 20 e lunedì 21 settembre brianzoli, e non solo, sono chiamati alle urne per esprimere il proprio voto al referendum del taglio dei parlamentari.