15 Luglio 2020 Segnala una notizia
Monza, stop al progetto "chiosconi": il TAR dà ragione al Comune

Monza, stop al progetto “chiosconi”: il TAR dà ragione al Comune

16 Aprile 2020

Sembra essere arrivata al capolinea la vicenda dei “chiosconi” nel centro cittadino di Monza. Il progetto, pensato 5 anni fa per inserire nel cuore della città 13 chiostri per attività commerciali e servizi, ha ricevuto lo stop definitivo ieri, quando il TAR Lombardia-Milano ha rigettato il ricorso che la SAUM s.r.l. aveva presentato contro l’attuale amministrazione.

Una vicenda che va avanti da anni

La vicenda che si è chiusa ieri ha radici profonde. Il progetto era stato intrapreso nel 2016 dalla giunta Scanagatti con l’aggiudicazione a SAUM s.r.l. della gara per un “progetto di valorizzazione del centro storico cittadino attraverso la riqualificazione di arredo urbano, toponomastica e razionalizzazione di punti di ristoro”.

L’anno dopo, durante la campagna elettorale delle comunali, la vicenda “chiosconi” era stata protagonista di numerose querelle politiche. E non solo. Secondo diversi cittadini e parecchie associazioni culturali, infatti, i 13 dehors commerciali da posizionare nel centro storico avrebbero deturpato la bellezza della città.

Allevi: “Una vittoria per tutti coloro che si erano opposti fin da subito”

Con l’insediamento della giunta Allevi il progetto dei chiosconi aveva subito un definitivo stop, con la decisione di rescindere la convenzione in corso. A fronte di ciò Saum aveva fatto ricorso al TAR Lombardia che, con la sentenza n.628 pubblicata ieri, ha invece accolto in toto le difese dell’Amministrazione, costituitasi in giudizio tramite l’Avvocatura Comunale.

«E’ finalmente una vittoria per tutte quelle associazioni cittadine che, insieme a noi, si erano opposte da subito a un progetto capestro, che avrebbe deturpato il fascino riconosciuto del nostro salotto cittadino» ha commentato il sindaco di Monza, Dario Allevi dopo la sentenza.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi

Rottamazione ed ecobonus, come usare gli incentivi del Decreto rilancio

Esistono portali web che forniscono tutte le informazioni necessarie sui nuovi contributi auto, come Rottamazione 2020.

Lombardia, Fontana ha firmato nuova ordinanza: mascherina comunque sempre con sé

Dal 15 luglio, in Lombardia, obbligo di mascherine all’aperto solo nei casi in cui non sia possibile garantire il distanziamento sociale.

Meda piange la 18°vittima. Santambrogio: “Notizia terribile, manteniamo alta la guardia”

Il comune brianzolo, sul fronte dell'emergenza sanitaria, da tempo era caratterizzato da buone notizie e sensazioni

Monza, bufera tra associazioni e l’assessore alla Cultura. Longo: “Preferisco non commentare”

Non si arrestano le polemiche attorno alla frase che l'assessore alla Cultura, Massimiliano Longo, avrebbe pronunciato in occasione di un incontro con le associazioni monzesi.

Monza, incendio nella notte: fiamme nell’area ex Scotti

Intervento dei Vigili del Fuoco nella notte, a Monza per un incendio divampato a Villa Azzurra, situata nell’area ex Scotti, sul viale Cesare Battisti. Nessun ferito.