14 Giugno 2021 Segnala una notizia
Pizzaut, il 2 aprile, pizzata tutti insieme per la giornata mondiale sull'autismo

Pizzaut, il 2 aprile, pizzata tutti insieme per la giornata mondiale sull’autismo

31 Marzo 2020

Il 2 aprile, giornata mondiale sull’autismo, avrebbe aperto con una grande festa d’inaugurazione PizzAut, la prima pizzeria in Italia gestita da ragazzi autistici, purtroppo però la pandemia da Coronovirus ha costretto i ragazzi di Nico Acampora, fondatore del progetto, e il resto di Italia, a stare a casa.

“Il virus però non può costringerci a stare lontano da queste persone speciali e allora il 2 aprile mangiamo virtualmente tutti insieme la pizza, per dare un segnale di vicinanza alle persone con Autismo”, è l’appello di Nico rivolto a tutti, con la speranza che il progetto ambizioso di Pizzaut possa presto trasformarsi in realtà.

Pizzaut finalista a Tu si que Vales

Il progetto è diventato molto noto, oltre che per la sua bontà anche per essere arrivato tra i finalisti della trasmissione Tu SI que Vales e per aver fatto serate in oltre 100 ristoranti, in tutte le regioni Italiane. Non solo, i ragazzi di Pizzaut hanno avuto l’onore di cucinare per i senatori della Repubblica, a Palazzo Madama.

Non vedete l’ora di partecipare alla pizzata più inclusiva d’Italia? Potrete pubblicare foto e video direttamente sulla pagina Facebook del progetto PizzAut.

Foto di repertorio MBNews

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi