17 Settembre 2021 Segnala una notizia
Over65, scatta la solidarietà: dai servizi di spesa a domicilio alla consegna dei medicinali

Over65, scatta la solidarietà: dai servizi di spesa a domicilio alla consegna dei medicinali

13 Marzo 2020

Un aiuto ai soggetti più fragili: non solo belle parole, ma fatti concreti. Nel momento più difficile dell’emergenza Coronavirus nel nostro Paese, da nord a sud si moltiplicano le iniziative di comuni, associazioni, privati e aziende pronti ad aiutare gli anziani nelle piccole faccende quotidiane.

Dati alla mano, sono gli over65 i soggetti più fragili in questo momento. Alcuni vivono in solitudine lontani dagli affetti, altri si ostinano ad uscire lo stesso da casa, forse inconsapevoli si essere a più alto rischio di complicazioni. Per loro stare in casa ora dovrebbe essere un imperativo categorico, eppure troppo spesso non è così.

In Brianza, come in altre parti del Paese, in questi ultimi giorni sono partite delle iniziative di spesa a domicilio per anziani e cittadini disabili, malati cronici o immunodepressi. L’obiettivo è dare loro un supporto e un aiuto concreto, ma anche evitare la diffusione del virus.

Da Esselunga a Coop: la risposta delle grandi catene

Le prime a reagire davanti all’emergenza sono state le catene della grande distribuzione. Da Coop ad Esselunga, passando per Conad e Iper, sono stati attivati dei servizi gratuiti per portare la spesa al domicilio agli over65. Un’iniziativa sociale, che mira però anche a ridurre le lunghe code che si stanno formando davanti ai supermercati. Esselunga, ha annunciato che a tutti gli over 65 verrà consegnata gratuitamente la spesa fino a Pasqua.

“Dall’inizio dell’emergenza – si legge sul sito della catena – siamo in prima linea al servizio della comunità. Per questo motivo consegneremo gratis ai clienti con più di 65 anni le spese effettuate nei negozi dove è presente il servizio di consegna a domicilio e le spese effettuate online. In questo caso, sarà possibile inoltrare un solo ordine ogni 7 giorni per garantire il servizio a tutti i clienti”.

Consegna gratis agli over 65 anche anche Coop Lombardia, che già prima proponeva questa opportunità tramite i propri volontari. La catena, per garantire il servizio, si appoggia a Supermercato24, il servizio che offre la possibilità di fare la spesa on line nel proprio supermercato preferito. Supermercato24 ha lanciato l’iniziativa UNAIUTOX65, un codice sconto per garantire la consegna gratuita agli over65 fino al 30 marzo. Oltre a Coop Lombardia anche Bennet, Conad, Carrefour, Eurospin, Lidl, Esselunga, Famila, Iper La Grande I, Pam si servono della medesima piattaforma.

Piccoli negozi e volontari: scatta la solidarietà nei comuni della Brianza

Anche i piccoli negozi, spesso in collaborazione con le amministrazioni comunali, stanno attivando servizi per aiutare gli anziani. A Nova Milanese (comune in cui risiede chi scrive in questo momento, ndr), sono attualmente 5 le attività commerciali che si servono del servizio “spesa a casa” in questi giorni delicati. Sono quasi tutti negozi di alimentari e hanno una clientela di “affezionati” che non rinunciano facilmente ad acquistare nel proprio store di fiducia.

Per questo servizio, il Comune di Nova Milanese si serve di volontari: giovani, soprattutto, che in questi momenti di stop dalle attività di studio o lavoro, si mettono a disposizione della propria comunità. Come funziona concretamente? Gli interessati chiamano il negozio (il supermarket, ad esempio) e dettano al telefono i prodotti desiderati, nel modo più dettagliato possibile. I volontari, coordinati dai gestori e dai dipendenti, fanno la spesa: una volta battuta e imbustata, questa è pronta per essere consegnata.

Alcune attività, si servono dei volontari anche per intercettare gli utenti over65 in negozio e proporgli il servizio: viene fatto loro compilare un modulo con le informazioni minime e gli si lascia il proprio numero di telefono per fare gli ordini.

Per i casi più delicati, come la consegna dei medicinali e la spesa a domicilio dei soggetti disabili, malati cronici o immunodepressi, l’iter di consegna è gestito direttamente dal comune, che ha istituito anche un numero di telefono ad hoc (3357592394). Il servizio a Nova Milanese è attivato in collaborazione con i volontari della Croce Rossa Italiana (comitato novese). Il comune ha predisposto una pagina con tutte le informazioni: sono disponibili qui.

Cosa stanno facendo gli altri comuni? E cosa possiamo fare noi?

Tanti comuni del territorio stanno attivando servizi a tutela degli over65 e dei soggetti più fragili. E’ possibili scoprirli direttamente sul sito del proprio comune.

E’ importante ricordarci che in questi momenti delicati ognuno è tenuto a fare la propria parte. Ascoltiamo le indicazioni date dal governo: restiamo a casa, limitiamo spostamenti e attività a rischio. E aiutiamo, dove possibile, i nostri anziani, anche invitandoli a non uscire. I comuni stanno gestendo l’emergenza, anche noi, possiamo dare il nostro piccolo contributo.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi