06 Luglio 2020 Segnala una notizia
Nicola Caloni, presidente Confimi Monza e Brianza: lettera alle banche

Nicola Caloni, presidente Confimi Monza e Brianza: lettera alle banche

23 Marzo 2020

Pubblichiamo la lettera inviata dal Presidente di Confimi MB: “Ci aspettiamo dalle banche una risposta chiara alla attuale crisi.”

“Non mi dilungo perché in questo periodo riceviamo tutti un eccesso di informative e comunicazioni varie, perciò è necessario andare più che mai alla sostanza.

Le aziende hanno come massima priorità la tutela della salute dei propri dipendenti e di tutte le altre persone con cui interagiscono. Ti garantisco che è così, per tutte quelle che conosco, ed è giusto premetterlo.

Detto questo, la seconda preoccupazione che tutti gli imprenditori hanno è la pesantissima situazione finanziaria che a breve dovremo affrontare!

Calo di fatturato, blocco della produzione e mancati pagamenti ci metteranno in ginocchio, purtroppo sappiamo già che da questo non si scappa.

Sperando che lo Stato dia indicazioni chiare e concrete, nel frattempo di fondamentale importanza è il supporto che riceveremo (o meno) dagli Istituti di Credito.

Al momento tutto tace o quasi. E’ fondamentale che le Banche ci dicano con urgenza che iniziative metteranno in campo per sostenere le aziende.

I punti fondamentali, a mio avviso, sono: sospensione del pagamento delle rate di finanziamento, concessione di nuovi finanziamenti per le esigenze di liquidità. E’ necessario che siano disponibili strumenti smart e corposi entro fine mese di Marzo, evitando il più possibile articolate burocrazie per il conseguimento degli stessi

Mancati pagamenti da parte dei clienti. E’ ormai certo che molti non pagheranno e non onoreranno le ricevute bancarie. E’ indispensabile che questi insoluti vengano diluiti e procrastinati nel tempo, evitando di metterli a debito sui conti correnti.

Come Presidente di Confimi Monza e Brianza mi auguro che la Banche, soprattutto quelle locali, stiano vicine alle aziende immediatamente, dando informazioni il più possibile certe e attivandosi concretamente prima che sia troppo tardi.

Il rischio, concreto e reale, è che molte aziende collassino già nel corso del mese di Aprile.

Non possiamo permettercelo! Per il bene delle Aziende, dell’Italia intera e non ultimo per riuscire a continuare a pagare gli stipendi ai dipendenti e le fatture ai fornitori. L’effetto domino che si profila sarebbe devastante.

Possiamo farcela, ce la faremo! Ma solo con l’aiuto di tutti e rimanendo coesi, grandi e piccole realtà, istituzioni e aziende.

Resto a disposizione, ti ringrazio per la disponibilità e cordialmente saluto.”

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Asfalti Brianza, colpo di scena: il sindaco di Concorezzo deposita ordinanza di sospensione delle attività

Il primo cittadino: "Ringrazio tutti coloro che - seppur in forme diverse - stanno agendo per la tutela dei cittadini. Ringrazio tutti coloro che stanno lavorando con me su questa vicenda"

Covid, un nuovo decesso a Seregno. La 38esima vittima da inizio emergenza

Il Coronavirus miete una nuova vittima a Seregno, la 38esima da inizio emergenza. A commentare la triste notizia è il sindaco Alberto Rossi. 

Coop apre a Monza in via Marsala e assume

Al via la campagna di assunzioni per la nuova Coop a Monza. In vista dell’apertura del nuovo supermercato di via Marsala.

Piscine all’aperto: le aperture a Monza e Brianza

C'è chi apre subito e chi si prende ancora qualche giorno. Ecco come vanno le riaperture delle piscine in Brianza ai tempi del Coronavirus.

Monza, nessun contagio. Allevi “Situazione stabile”. L’aggiornamento dei sindaci

Nelle ultime tre settimane la curva sembra ormai essersi stabilizzata verso il basso e i pochissimi casi registrati risultano tutti debolmente positivi.