30 Luglio 2021 Segnala una notizia
Covid-19, Fontana: "Misure rigorose almeno fino a metà aprile". La richiesta al Governo

Covid-19, Fontana: “Misure rigorose almeno fino a metà aprile”. La richiesta al Governo

30 Marzo 2020

“Siamo sulla buona strada ma non dobbiamo abbassare la guardia” questo l’appello pronunciato dal presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, nel corso del quotidiano aggiornamento circa l’emergenza Coronavirus.

“Oggi ho avuto l’impressione di vedere più automobili e gente in giro. E’ come se, dopo le discrete notizie diramate negli ultimi giorni, alcuni cittadini avessero pensato di non rispettare più le indicazioni date. Questo non va bene, non vanifichiamo gli sforzi fatti”. La linea dei contagi in Lombardia, infatti, è più costante ma non ancora in discesa.

Il presidente lombardo, circa la scadenza delle misure restrittive in programma per il 4 aprile, ha dichiarato il suo auspicio affinché vengano confermate e prorogate dal Governo. “Stiamo ragionando con altre Regioni per mandare al Governo di Roma delle richieste il più possibile condivise: se saranno accettate bene, altrimenti faremo un’ordinanza regionale per mantenere le misure attuali. Credo che i provvedimenti vadano mantenuti almeno fino a metà aprile“.

Attilio Fontana ha poi annunciato i contributi straordinari regionali a sostegno delle famiglie in situazione di temporanea difficoltà. “Li prevede una delibera approvata oggi dalla Giunta per far
fronte ad alcune delle molteplici situazioni di disagio sociale generate dall’epidemia di Coronavirus”.

Il documento prevede la concessione di due tipologie di contributi, non cumulabili tra loro: un contributo per il mutuo prima casa e uno per l’e-learning di sostegno allo studio.

Contributo mutuo prima casa

Nel primo caso si tratta di un contributo straordinario una tantum pari a 500 euro per ogni nucleo familiare con almeno un figlio di età minore o uguale a 16 anni. L’agevolazione è concessa a fondo perduto e prevede la trasmissione, insieme alla domanda di contributo, della quietanza di pagamento delle rate del mutuo relative all’anno 2020.

Contributo e-learning studenti

Anche in questo caso l’agevolazione concessa fino a 500 euro a fondo perduto per ogni nucleo familiare con un figlio compreso tra i 6 e i 16 anni e prevede la trasmissione, insieme alla domanda di contributo, della fattura o ricevuta fiscale da cui si evinca la tipologia di bene acquistato, avvenuto in data successiva all’ordinanza del 23 febbraio 2020 del Ministro della Salute d’intesa con il presidente della Regione Attilio Fontana che dispone in Lombardia la chiusura dei nidi, dei servizi educativi all’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado.

I destinatari della misura

I destinatari della misura sono quei nuclei familiari nei quali almeno uno dei componenti è residente in Lombardia e, a seguito dell’emergenza Covid-19, si trovi in una delle seguenti condizioni: lavoratore dipendente (con rapporto di lavoro subordinato, parasubordinato, di rappresentanza commerciale o di agenzia), con riduzione della retribuzione lorda mensile pari o superiore al 20%; libero professionista o autonomo con riduzione del proprio fatturato (in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020) superiore al 33% del fatturato dell’ultimo trimestre 2019, in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività a seguito delle disposizioni per il contenimento del Covid-19; morte di un componente del nucleo familiare.

Devono inoltre essere rispettati i seguenti requisiti: almeno un figlio di età inferiore o uguale a 16 anni di età, per il contributo mutui prima casa; e almeno un figlio di età compresa
tra i 6 e i 16 anni di età all’atto di presentazione della domanda per il contributo e-learning; un ISEE minore o uguale a 30.000 euro.
Nel caso in cui il richiedente non fosse in possesso dell’attestazione ISEE è comunque possibile presentare domanda; il riconoscimento del contributo sarà in tal caso condizionato
alla presentazione della certificazione entro 90 giorni.

Il contributo concesso è inoltre incrementato di una quota ulteriore sulla base del valore assunto dal Fattore Famiglia Lombardo (FFL) in base alla legge regionale 10/2017.

Attuazione e erogazione ad Ambiti Territoriali e Ats

L’attuazione della misura spetta agli Ambiti Territoriali che hanno campiti di istruttoria e validazione delle domande (presentate attraverso i bandi online) e di erogazione dei
contributi. Le ATS, oltre al compito di supporto agli Ambiti e di trasferimento delle risorse agli stessi, hanno il compito di coordinamento e monitoraggio quali-quantitativo della misura sul territorio, compresa l’applicazione dell’indicatore sintetico del Fattore Famiglia Lombardo

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi