Attualità

Bellusco, discarica abusiva di eternit nel bel mezzo del cantiere

Discarica abusiva di eternit nel mezzo del cantiere per la realizzazione di un pratone verde, tra Bellusco e Mezzago.

eternit bellusco discarica mb

Comparsa una discarica abusiva, nel periodo reso già difficile dall’emergenza coronavirus, nella notte tra martedì e mercoledì nella campagna tra Bellusco e Mezzago.

Là dove, proprio lunedì si era avviato il cantiere per la realizzazione di un’area verde tra i due paesi, nell’ambito di un progetto finanziato da Cariplo.

Un’azione che avrebbe dell’incredibile già di per sé, e che lascia ulteriore sgomento per il momento generale vissuto dal paese. Come segnalato dal Parco Agricolo Nord Est (PANE), che coordina i lavori, si tratta di un gesto d’inciviltà e irresponsabilità. Un atto che va a gravare su una situazione già di emergenza, per la difficoltà di bloccare un cantiere appena partito in una situazione critica, e che porta conseguenze su tutti noi, non solo per i costi di smaltimento che comporta.

L’intervento appena partito e già fermato, è un’opera dal valore ecologico importante, che prevede la realizzazione di un prato permanente per incrementare la popolazione di farfalle e di insetti del Parco, 600 m di siepi di specie autoctone a favore di piccoli mammiferi e uccelli e infine 460 m di filari arborei.

Il tutto servito da una strada campestre, già iniziata, che si svilupperà per circa 1500 metri, integrando la rete dei sentieri del Parco con quella del comune di Bellusco. La strada campestre si collegherà con i sentieri della mobilità dolce sul suolo mezzaghese. In particolare con la ciclopedonale di via XXV aprile, nel territorio di Mezzago, che verrà appositamente allungata.

Più informazioni