29 Maggio 2020 Segnala una notizia
Truffe agli anziani "a domicilio": due nuovi episodi a Meda. I consigli dei Carabinieri

Truffe agli anziani “a domicilio”: due nuovi episodi a Meda. I consigli dei Carabinieri

13 Febbraio 2020

Nelle ultime settimane sono state numerose le segnalazioni di raggiri e truffe tentate nei confronti di anziani e persone sole in casa. Fortunatamente, in molti casi i truffatori non sono riusciti nel loro intento, per l’intervento di un familiare o per la reazione della vittima, che ha chiuso la porta di casa e ha telefonato al 112. In qualche caso i delinquenti sono riusciti comunque a derubare la vittima, impossessandosi del denaro o dei gioielli trovati in casa.

Due nuove truffe a Meda

Proprio nei giorni scorsi, a Meda, si sono verificati due episodi a discapito di alcuni anziani. Un uomo, spacciandosi per un tecnico dell’acqua ha chiesto ad un 81enne, solo in casa, di poter accedere all’interno. Una volta entrato  nell’appartamento, il malvivente, con la scusa di effettuare un controllo, ha invitato l’anziano a riporre oro e oggetti di valore in disparte. A quel punto, approfittando di un momento di distrazione della vittima, si è impossessato del bottino, allontanandosi di corsa per raggiungere un complice che lo attendeva in auto, poco lontano.

Un altro caso ha visto coinvolta una donna 77enne, che mentre stava rincasando in bicicletta è stata avvicinata da due persone, che hanno dichiarato di essere delle Forze dell’Ordine, in borghese. I due le hanno chiesto di entrare nell’abitazione per accertare se si fosse verificato un furto con scasso alla cassaforte. La donna, tratta in inganno, ha consegnato ai malintenzionati la chiave della cassetta di sicurezza.  Impossessatisi di numerosi gioielli e di circa 2 mila euro in contanti, gli individui si sono poi dati alla fuga.

Le indagini dei Carabinieri sono attualmente in corso al fine di identificare i responsabili, che non si esclude possano essere gli stessi in entrambi i casi.

False identità

Dalle testimonianze raccolte dalle vittime, si comprende che le modalità più ricorrenti con cui i ladri cercano di entrare nelle case, consistono nel qualificarsi come tecnico addetto al controllo dell’acqua o della corrente elettrica, incaricato di ispezionare l’impianto domestico. In qualche caso il truffatore si è spacciato per un poliziotto in borghese o addirittura ha suonato al campanello dicendo di essere un sacerdote venuto per benedire la casa.

Le raccomandazioni dei Carabinieri

I carabinieri rinnovano la raccomandazione alla massima prudenza nell’aprire la porta agli sconosciuti, specialmente se si è soli in casa. Meglio ricorrere all’assistenza di un familiare, se possibile, e comunque non esitare a comporre il 112, in caso di dubbio.

Anche le società che erogano servizi e gli operatori presenti sul libero mercato, che si avvalgono della collaborazione di agenti “porta a porta”, confermano che il personale deve essere munito di tesserino di riconoscimento e in nessun caso è autorizzato a riscuotere o restituire somme di denaro a domicilio.

È sempre necessario adottare alcune semplici precauzioni, indispensabili per non cadere in questi raggiri: non fidarsi delle apparenze, non aprire agli sconosciuti e allertare il 112 in ogni caso sospetto.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi

Brugherio, incendio nella pizzeria Lo Stregone: evacuate 3 famiglie

Notte di fuoco a Brugherio. Intorno alle 4.00, un incendio è divampato all'interno della pizzeria Lo Stregone. Nessun ferito, tre famiglie evacuate residenti ai piani superiori.

A Monza e Brianza 5.466. Ecco l’aggiornamento dei sindaci

La provincia di Monza e Brianza dall’inizio dell’emergenza conta: 5.466 (+6)

A Monza e Brianza 5.480. Ecco l’aggiornamento dei sindaci

Nella provincia di Monza e Brianza i positivi totali sono 5.480 (+14).

Aggiornamento Coronavirus: i dati diffusi da Regione Lombardia al 28 maggio

Nella regione Lombardia i casi positivi registrati al 28 maggio sono 88.183 dall’inizio dell’epidemia. I nuovi casi positivi sono 382 (2.5% rapporto con i tamponi giornalieri).

La risposta rosa al Covid-19, in Confimi Monza e Brianza nasce il progetto “Con-diVision”

All'iniziativa, promossa dalla Lisa Fumagalli, collaborano Paola Marras (Niklas), Simona Ronchi (Silap) e Laura Parigi (NPI Italia). Obiettivo: produrre dispositivi di protezione. Con un nuovo modello di business.