28 Febbraio 2020 Segnala una notizia
Nelle scuole brianzole arriva il progetto "Una zampa in famiglia 2"

Nelle scuole brianzole arriva il progetto “Una zampa in famiglia 2”

6 Febbraio 2020

Una Zampa in famiglia arriva nella provincia di Monza e della Brianza. Il progetto didattico promosso da ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) grazie al contributo non condizionante di MSD Animal Health, torna tra i banchi di scuola per il secondo anno consecutivo. Nel 2020, da gennaio a giugno, saranno più di 200 le scuole primarie coinvolte nel progetto, che vedrà impegnati oltre 200 medici veterinari in 177 città italiane. 

Lo scorso anno sono stati più di 13.000 i bambini che hanno conosciuto Zampa, il cane protagonista dell’iniziativa, con tutta la sua famiglia – umana e a 4 zampe (Mimì la Micia e Lillo il Coniglio). Grazie alle lezioni “a misura di bambino” tenute dai Medici Veterinari ANMVI coinvolti nella prima edizione del progetto didattico, i bambini si sono avvicinati a temi significativi quali l’importanza di accogliere in modo responsabile un amico a 4 zampe in famiglia, imparando a rispettare le sue esigenze, con un occhio di riguardo per la sua salute.

Anche quest’anno, i bambini saranno coinvolti in divertenti lezioni interattive (totalmente gratuite per le scuole) durante le quali i Medici Veterinari ANMVI racconteranno, attraverso il gioco, come interagire in modo corretto con un amico a 4 zampe e quanto l’adozione rappresenti una scelta importante e responsabile nelle loro vite.

Dopo la prima edizione, Una Zampa in Famiglia si è rivelato inoltre un’iniziativa efficace per sensibilizzare adulti e bambini verso tematiche importanti e quanto mai attuali, prima fra tutte l’abbandono degli animali: il progetto non solo insegna ai più piccoli ad accogliere un nuovo pet, ma spiega come questo rappresenti un vero atto di consapevolezza, ricordando che l’adozione è un impegno che non va in vacanza. 

Zampa, star dell’iniziativa, racconterà in prima “persona” la sua storia, permettendo ai più piccoli di sentirsi direttamente coinvolti nella storia e condividere le proprie esperienze con gli animali domestici. 

Da quest’anno, inoltre, i Medici Veterinari ANMVI che guideranno le lezioni riceveranno un importante attestato di partecipazione al progetto che potranno appendere nel loro ambulatorio, raccontando e portando l’iniziativa anche fuori dalle aule. 

Inoltre, tutti i bambini d’Italia e le loro famiglie potranno conoscere l’iniziativa e accedere al sito www.unazampainfamiglia.it. Facilmente fruibile e dal design semplice e intuitivo, il sito web è ideato in primo luogo per i bambini ma anche per le loro mamme e papà. Dalla home page, è possibile scaricare il quaderno didattico e altri giochi pensati per i più piccoli (come i consigli di Mimì dedicati al gatto o i consigli di Zampa per accogliere un cane) e, ancora, cimentarsi in un quiz interattivo per ottenere il diploma di “esperto degli amici a 4 zampe”

Da quest’anno sarà disponibile anche un fumetto da colorare con giochi e quiz, pensato per raccontare in modo divertente tutte le avventure di Zampa e della sua famiglia: dalle visite dal veterinario al centro cinofilo, dai viaggi in auto ai giorni di villeggiatura: il fumetto racconta tante situazioni della quotidianità e come viverle sempre nel modo giusto.

“Il cuore pulsante di questo progetto è sicuramente la figura del Medico Veterinario – dichiara il Presidente ANMVI dr. Marco Melosi – sempre più presente nella quotidianità delle famiglie con animali domestici, non solo come referente per la cura e la salute dei nostri amici a quattro zampe ma come vero e proprio consulente su tutto ciò che riguarda il benessere dei pets, comprese abitudini e comportamenti”.

Paolo Sani, Amministratore delegato di MSD Animal Health dichiara – “MSD Animal Health è orgogliosa di essere ancora una volta al fianco di ANMVI in questa edizione di Una Zampa in famiglia. Grazie ai Medici Veterinari e agli insegnanti che ogni anno richiedono e accolgono nelle loro classi Zampa, possiamo coinvolgere i più piccoli in prima persona in un percorso che si basa sulla cultura della salute di tutta la famiglia, che si costruisce su un concetto molto importante: la prevenzione”.

L’iniziativa didattica “Una Zampa in Famiglia 2”, consolida l’impegno di MSD Animal Health nel fornire strumenti di informazione e sensibilizzazione sulla salute e il benessere degli animali, in questo caso a misura di bambino. L’obiettivo è parlare agli “adulti di domani” e spiegare loro divertendosi qual è il modo corretto di accogliere un cucciolo in famiglia e quanto questo gesto rappresenti una scelta importante e responsabile. 

Tutte le informazioni su www.unazampainfamiglia.it.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Riapertura delle scuole: la Lombardia decide nel weekend

Per sapere se lunedì 2 marzo sarà possibile tornare a scuola bisognerà attende il fine settimana. Le dichiarazioni del presidente Fontana e del vice Sala.

Coronavirus, le buone notizie dalla Brianza: la dipendente di Agrate ricoverata, torna a casa

Coronavirus, buone notizie dalla Brianza: è tornata a casa la donna positiva al test, che lavora ad Agrate ed è risultato negativo il presunto contagiato, ricoverato in isolamento all'ospedale di Carate.

Primo caso in Abruzzo: è un impiegato di banca di Brugherio

La famiglia è tenuta in isolamento domiciliare fiduciario e nessuno dei componenti presenta al momento sintomi.

Ministero Beni Culturali: concorso per 500 custodi. Titolo di studio: Licenza media

Le figure ricercate dal Ministero sono: operatori alla custodia, vigilanza e accoglienza da assumere a tempo pieno e indeterminato.

Coronavirus in Lombardia buone notizie: sono guarite 37 persone

Il direttore del Dipartimento della Protezione civile ha presentato i numeri della situazione sanitaria in Italia.