Quantcast
Ospedale San Gerardo, il Comune di Monza rifà le luci dell'eliporto - MBNews
Attualità

Ospedale San Gerardo, il Comune di Monza rifà le luci dell’eliporto

Sarà effettuato un adeguamento dei punti luci diurni e notturni per renderli conformi alla legge e alle nuove esigenze sanitarie.

elisoccorso-free-web

L’eliporto dell’ospedale San Gerardo è uno dei punti nevralgici della città. Un luogo dove decine di elicotteri atterrano e prendono il volo con il loro carico fatto di malati terminali o organi destinati a chi ne ha bisogno. L’amministrazione comunale ha così deciso di adottare una determina che prevede un adeguamento delle luci dell’eliporto.

In particolare, è stata presa la decisione di intervenire mediante l’inserimento di segnaletica aerea diurna e segnaletica aerea luminosa notturna.

Il Comune di Monza conta poco meno di 2.500 punti luce. Il loro costo è di poco superiore ai 4 milioni e mezzo. Il periodo in cui vengono presi in considerazione dalla società responsabile, vale a dire Enel Sole, é di nove anni. Visto il contratto in essere l’amministrazione monzese ha così deciso di mettere mano a un adeguamento dell’eliporto presente all’interno del perimetro dell’ospedale San Gerardo. O per meglio dire: delle luci dell’eliporto, che sono uno dei elementi centrali della sua funzionalità.

L’eliporto si trova alle spalle del nuovo nosocomio. Fra il blocco centrale composto dai blocchi A B e C e la nuova (o vecchia) tangenzialina, che metterà in collegamento la Monza – Carate con la Valassina. Il preventivo predisposto da Enel Sole è di circa due mila e 500 euro e a lei sono stati affidati i lavori dall’amministrazione comunale.

La determina prevede che l’intervento coinvolga i punti luce. Sia quelli di diurni che notturni, dove sarà effettuato un adeguamento per renderli conformi alla legge e alle nuove esigenze sanitarie.

La foto è d’archivio